Home > Webzine > Studenti dell'Istituto Lorenzo de' Medici collaborano alle mostre di Galleria Palatina e Alinari
sabato 30 maggio 2020

Studenti dell'Istituto Lorenzo de' Medici collaborano alle mostre di Galleria Palatina e Alinari

16-05-2016

Giovani e istituzioni fiorentine insieme per una esperienza eccezionale: gli studenti del Master of Arts in Museum Studies della Lorenzo de' Medici hanno collaborato con i curatori della Galleria Palatina alla mostra "Buffoni, villani e giocatori alla corte dei Medici" che si aprirà il prossimo 19 maggio e con il Museo Nazionale Alinari della Fotografia per "Giganti del Cielo: una mostra virtuale sui dirigibili "che si terrà dal 16 al 20 maggio nella Chiesa di San Jacopo in Campo Corbolini.

Per il 2016 gli studenti del Master of Arts in Museum Studies di Istituto Lorenzo de' Medici hanno avuto il privilegio di confrontarsi con le Gallerie degli Uffizi, per cui, coordinati dalle curatrici Anna Bisceglia e Simona Mammana, hanno contribuito all'organizzazione della mostra Buffoni, villani e giocatori alla corte dei Medici che si inaugurerà nell'Andito degli Angiolini di Palazzo Pitti il 19 maggio e proseguirà fino all'11 settembre. Inoltre, grazie all'accesso al prestigioso archivio fotografico del Museo Nazionale Alinari della Fotografia, organizzeranno la mostra Beasts of the Sky: a virtual exhibition of airships/Giganti del Cielo: una mostra virtuale sui dirigibili progettata insieme al senior curator Massimiliano Pinucci, che si terrà nella Chiesa di San Jacopo in Campo Corbolini dal 16 al 20 maggio.

Insieme alle curatrici della mostra Buffoni, villani e giocatori alla corte dei Medici, gli allievi del Master of Arts in Museum Studies hanno avuto l'occasione di poter partecipare alle varie fasi di organizzazione della mostra e della selezione delle circa trenta opere, provenienti principalmente dai depositi della Galleria Palatina, che saranno esposte fino all'11 settembre 2016 nelle sale dell'Andito degli Angiolini di Palazzo Pitti. Dipinti, sculture e incisioni realizzati tra Cinquecento e Settecento con scene "di genere" che illustrano, spesso con intenti morali o didascalici, gli aspetti più comici della vita sociale alla corte dei Medici, animata da personaggi bizzarri e marginali, come buffoni, contadini ignoranti, nani e giocatori.
Tra le opere in mostra il Doppio ritratto del Nano Morgante di Agnolo Bronzino, Ritratto di un buffone (Meo Matto) di Justus Suttermans, I quattro servi alla corte dei medici di Anton Domenico Gabbiani, Suonatore di chitarra attribuito al Maestro dell'Incredulità di San Tommaso, Taverna con giocatori e un'indovina di Nicolas Regnier, Venditori ambulanti di Monsù Bernardo.
Alla mostra è collegato anche un percorso nel Giardino di Boboli, dove una speciale segnaletica indicherà le statue che si ispirano a temi di genere.
 
Dallo storico archivio del Museo Nazionale Alinari della Fotografia provengono, invece, le opere scelte dagli studenti insieme a Massimiliano Pinucci per essere proiettate virtualmente sulle pareti della Chiesa di San Jacopo in Campo Corbolini da lunedì 16 a venerdì 20 maggio, in una mostra sulla storia e l'evoluzione estetica dei dirigibili dal titolo Beasts of the Sky: a virtual exhibition of airships/Giganti del Cielo: una mostra virtuale sui dirigibili.
L'esposizione è suddivisa in tre aree tematiche: la prima dal titolo "From Form to Flight" guiderà i visitatori nell'immaginario storico e tecnologico del dirigibile; la seconda "First First-Class" permetterà di scoprire gli alloggi e di ammirare virtualmente gli splendidi panorami offerti dalle imponenti navi volanti; infine "Two Faces of Destruction" per ricordare la natura prettamente militaristica dei dirigibili e raccontare come si è arrivati alla loro scomparsa.

Il Master of Arts in Museum Studies, che fa parte della ricca offerta formativa dell'Istituto Lorenzo de’ Medici - considerato uno dei più importanti centri internazionali per la formazione universitaria in lingua inglese, con sedi a Firenze, Roma e Tuscania – offre agli studenti una reale possibilità di collaborazione con soprintendenze e istituzioni museali del territorio fiorentino, come Palazzo Pitti, Fondazione Palazzo Strozzi, Casa Buonarroti, Fondazione Fratelli Alinari.
La prima parte teorica e la formazione pratica sul campo previste dal piano di studi del Master - realizzato in collaborazione con Marist College e coordinato dalla Professoressa Elisa Gradi con l'intento di offrire agli iscritti le competenze per lavorare in ambito museale - sono finalizzate al coinvolgimento degli allievi nell'organizzazione, curatela e promozione di mostre di arte moderna e contemporanea.

Info: www.ldminstitute.com