Home > Webzine > ''Le Satire'' di Decimo Giunio Giovenale alla Biblioteca delle Oblate
venerdì 22 novembre 2019

''Le Satire'' di Decimo Giunio Giovenale alla Biblioteca delle Oblate

10-06-2016
Venerdì 10 giugno, alle ore 17.30, la sala conferenze della Biblioteca delle Oblate ospita la presentazione del libro di Decimo Giunio Giovenale "Le Satire", tradotte in strofe alcaica da Paolo Bon e pubblicate da Florence Art Edizioni. Intervengono Ernestina Pellegrini e Sauro Albisani con letture di Angela Giuntini ed esecuzione dal vivo di musiche di Paolo Bon.
Leggere Giovenale è come trovarsi nella Roma antica e viverla come un Romano d’allora: aggirarsi per la Suburra o sotto la loggia di Giasone alle grida degli ambulanti, assistere alla contesa delle sportulae; passare davanti alle tabernae dei ricchi liberti ed ammirare gli ori, le preziose argenterie e i vasi murrini; vedere la liburna del patrizio sfrecciare fra due ali di folla che si aprono spontaneamente al suo annuncio, mentre il plebeo a piedi non riesce a passare sospinto e calpestato com’è da ogni parte; accompagnare alla mensa del ricco il cliente illuso di un pasto succulento e osservare il trattamento gramo che gli viene riservato; partecipare alle cause in tribunale e scoprire che a deciderne le sorti è spesso l’ostentazione di ricchezza da parte degli avvocati; badare ad evitare la delazione su cui si fonda in gran parte il potere; verificare i privilegi dei militari nel contenzioso coi civili, ammesso che questi ultimi decidano imprudentemente di avviarlo; andare ai bagni satolli di un cospicuo pavone... Le Satire, un’opera straordinaria che Paolo Bon ci consegna in un’interpretazione non filologica, bensì poetica.

Paolo Bon (1940-2016) di origini venete, dal 1980 è vissuto a Firenze. Musicista compositore, direttore di coro, musicologo e umanista, ha fondato la prima linguistica musicale della storia, da lui chiamata “diatonomia” ed esposta ne La Teoria Evolutiva del Diatonismo e le sue Applicazioni (Giardini, Pisa, nel 1995 col contributo del C.N.R.). Numerose le sue pubblicazioni musicali per i tipi di Zanibon (Padova), Pizzicato (Udine) e Grossi (Domodossola). Studi e composizioni si trovano nelle riviste Nuova Rivista Musicale Italiana e La Cartellina e suoi interventi sono sparsi in atti di simposi, convegni e congressi nazionali e internazionali. Numerosi anche i riconoscimenti attribuitigli nel corso degli anni. Come poeta ha pubblicato le Ossianiche (Il Bisonte, Firenze, 1997). Per la sua intensissima attività musicale, Volpago del Montello (sua cittadina natale) e Feltre gli hanno attribuito la cittadinanza onoraria, rispettivamente nel 2012 e nel 2013.

Info: www.florenceartedizioni.com