Home > Webzine > Cantieri Goldonetta: ''Sguardi della Memoria''
venerdì 15 novembre 2019

Cantieri Goldonetta: ''Sguardi della Memoria''

27-01-2006

"Sguardi della memoria", un progetto di Virgilio Sieni, nasce dall'idea di fotografare gli ex partigiani dopo averne raccolto il ricordo personale, filtrandolo attraverso una loro frase significativa. Volti e frasi legate alla memoria della Resistenza impiegati per realizzare manifesti con i quali tappezzare la città di Firenze nei mesi di dicembre e gennaio. L'obiettivo è stimolare una nuova percezione dello spazio urbano e fare in modo che questa presenza silenziosa e intensa evochi una riflessione, un pensiero, un ricordo. Lunghe chiacchierate, dense e a tratti drammatiche, hanno rivelato ricordi ancora molto vivi e sensazioni mai sopite. Volti e parole carichi della consapevolezza di essere dei sopravvissuti, del pudore nel raccontare le dure esperienze vissute, ma anche della responsabilità di dover tramandare un periodo della nostra Storia. Sono stati intervistati 7 partigiani dell'area fiorentina per altrettanti manifesti:

ROMANO 82 anni, PARTIGIANO
"meno gente si conosceva meno eravamo pericolosi" (Romano Ragazzini)

ANGIOLO 81 anni, EX DEPORTATO POLITICO NEL CAMPO DI LANDSBERG (München)
Numero matricola: 1416/45/Z
"lentamente l'uomo si abitua a tutto, o quasi" (Angiolo Terinazzi)

MARIO 82 anni, EX DEPORTATO POLITICO NEL CAMPO DI MAUTHAUSEN
Numero Matricola: 57344
"doveva essere il corpo ad asciugare i vestiti bagnati" (Mario Piccioli)

CESARE 83 anni, PARTIGIANO
"uscivamo da una tempesta" (Cesare Grifoni)

VALERIO 82 anni, PARTIGIANO
"il pane diventava sempre più nero" (Valerio Signorini)

GIALFRANCO 82 anni, PARTIGIANO DELLA BRIGATA SINIGAGLIA
"tra giovani ci si voleva bene" (Gialfranco Meini)

GUALTIERO 79 anni, PARTIGIANO
"la libertà si conquista tutti i giorni" (Gualtiero Pesci)

Il progetto "Sguardi della memoria" ideato da Virgilio Sieni e inserito negli eventi di CANGO Cantieri Goldonetta, parte dall'idea di fotografare i volti degli ex partigiani, dopo averne raccolto il ricordo personale attraverso una frase significativa. Questi volti e queste frasi legate alla memoria della Resistenza, sono serviti per realizzare dei manifesti poi esposti nella città di Firenze. È ricordo che passa attraverso i volti. È occhio che squarta da un manifesto la sensibilità di chi guarda. Non si narra la Resistenza attraverso storie di eventi o nomi, cambiati spesso con quelli di battaglia, ma attraverso i volti di quanti hanno combattuto la propria battaglia di sopravvivenza, quei volti che non sono mai campo neutro, quei volti che sono il risultato di anni e ferite. Non vuole essere monito ma memoria, intesa come passaggio necessario per salvaguardare il patrimonio culturale di un popolo, di una città, di un quartiere.


CANGO Cantieri Goldonetta Firenze
Via Santa Maria 23/25, 50125 Firenze
tel. 055 2280525
Web Site: www.cango.fi.it