Home > Webzine > Appuntamenti letterari alla libreria Clichy
venerdì 30 ottobre 2020

Appuntamenti letterari alla libreria Clichy

29-11-2016

Dal 29 Novembre proseguono gli appuntamenti letterari alla libreria Clichy di Firenze (via Maggio 13r). In programma:
Martedì 29 novembre 2016  -  ore 18
Letture Junghiane di Daniele Cardelli.
"L'Inconscio che parla: il principio finalistico e il processo d'individuazione"

L'appuntamento vuole sviluppare due idee caratteristiche della Psicologia Analitica. Il Principio Finalistico e il Processo d’Individuazione rappresentano infatti due fondamentali propulsori della visione junghiana sia per quanto attiene lo sviluppo della personalità, sia in ambito clinico.
La psiche attraverso questi due strumenti di lettura inizia a scoprire, partendo dal trauma, dalla crisi e da singoli episodi, le profondità dell’Essere, comincia a prendere coscienza del senso degli accadimenti di questa vita, inizia a farsi Anima.
Come parla l’Inconscio e verso dove ci chiama? Cosa vuol dire pensare le proprie vicende come dirette verso qualcosa anziché causate da qualcosa? Cos’è, nel senso più autentico, il Processo d’Individuazione?.
Daniele Cardelli. Filosofo e psicoanalista junghiano, Professore di “Psicologia della forma” all’Università degli studi di Catania SDS di Siracusa e già docente all'Institut Carl Gustav Jung di Zurigo.
Fondatore del Circolo Jung e direttore della Scuola Master Internazionale di Studi sull'Anima (www.cgjung.it), scuola filosofica e psicoanalitica, ha insegnato come Professore a contratto per molti anni all’Università degli studi di Firenze. E’ fondatore e presidente della JHAPA (Jung Hillman Archetypal Psychoanalysis Association) e già membro della IAJS (International Association for Jungian Studies). E’ l’ideatore e il direttore del primo Istituto di Psicoanalisi della Politica e dell’Ambulatorio Filosofico, Istituto di Filosofia Terapeutica,Centro per la Terapia e la Cura Filosofica.

Giovedì 1 dicembre 2016  -  ore 18
Pippo Russo presenta il suo libro "M.  L'orgia del potere" (Edizioni Clichy).

Si calcola che in carriera abbia mosso calciatori per un valore di oltre un miliardo di euro. Tra i suoi clienti ci sono Cristiano Ronaldo, James Rodriguez, Diego Costa, Thiago Silva, José Mourinho. È il portoghese Jorge Mendes, l'uomo più potente del calcio globale. Osannato in patria, ammirato e temuto all'estero, Mendes nella ristrutturata economia globale del calcio è il principale interprete, uno dei principali punti di riferimento per una finanza internazionale che vede nel calcio il pilastro del settore economico cruciale del XXI secolo: l'Economia dell'Entertainment. E come accade per ogni grande assetto di finanza globale, ci sono aspetti meno noti che è necessario conoscere. A partire dallo stesso Jorge Mendes, raccontato in queste pagine con una sistematicità mai usata fin qui.
Pippo Russo è un sociologo, saggista e giornalista italiano. Insegna sociologia all'Università degli Studi di Firenze. Scrive per l'Unità, il Messaggero, e per le edizioni fiorentina e palermitana di La Repubblica. In passato ha collaborato con il Manifesto (per il quale ha inventato la celebre rubrica Pallonate, in cui venivano messi alla berlina i vizi del giornalismo sportivo italiano), il Riformista, il Fatto Quotidiano, Pubblico e il Corriere della Sera. Ha esordito nella narrativa nel 2006, con il romanzo Il mio nome è Nedo Ludi. Il suo ultimo libro è L'importo della ferita e altre storie. Frasi veramente scritte dagli autori italiani contemporanei. Faletti, Moccia, Volo, Pupo e altri casi della narrativa di oggi

Sabato 3 dicembre 2016  -  ore 18.30
La rivista Lungarno presenta "Il fiume in un racconto" (Edizioni Clichy).
Saranno presenti gli autori pubblicati.

Scorre sempre, solo e immutabile. A volte più veloce, burrascoso, altre lento come per farsi contemplare. L’Arno è il simbolo della rivista Lungarno, luogo d’incontro culturale e di idee. L’iniziativa letteraria “Il fiume in un racconto” ha raccolto i lavori di chi ha voluto raccontare il fiume.
In questa pubblicazione troverete la creatività di un mondo fatto d’Arno, con storie scritte da chi questo fiume, in un modo o nell’altro, lo sente vicino. C’è chi l’ha raccontato guardandolo, chi ha fatto immergere i propri personaggi nelle sue acque, chi lo ha visto nel futuro e chi nel passato. Tutti sono stati in grado di donare un modo diverso per vederlo, per immaginarlo.
L'appuntamento si svolge in occasione della VI edizione di CONTEMPORANEAMENTE

Info: www.edizioniclichy.it