Home > Webzine > ''Federico Zandomeneghi, un impressionista italiano a Parigi'', incontro all'Institut français Firenze
lunedì 18 novembre 2019

''Federico Zandomeneghi, un impressionista italiano a Parigi'', incontro all'Institut français Firenze

07-02-2017
Martedì 7 Febbraio, alle ore 18.00, l'Institut français Firenze (Palazzo Lenzi - Piazza Ognissanti, 2) ospita l'incontro "Federico Zandomeneghi, un impressionista italiano a Parigi" con Leandro Giribaldi e Francesca Dini.

Federico Zandomeneghi (Venezia 1842 – Parigi 1917), grande talento naturale e pieno di temperamento, ha preferito la pittura alla vocazione di famiglia che lo avrebbe dovuto portare alla scultura. Il nonno Luigi era stato intimo di Canova e il padre Pietro aveva realizzato il grandioso Monumento di Tiziano nella basilica dei Frari a Venezia. Giovane patriota lasciò la sua città, ormai liberata dal dominio austriaco e ricongiunta all'Italia, per Parigi dove divenne protagonista, insieme agli altri due italiani che come De Nittis e Boldini si inserirono con disinvoltura in quellla straordinaria officina della modernità, della cosiddetta “pittura della vita moderna”. Come gli Impressionisti, Degas e Renoir, con cui ebbe uno straordinario rapporto, Zandomeneghi è stato soprattutto l'interprete dell’emancipazione della donna rappresentata nell’ambito della sua vita quotidiana, dei rituali scanditi da regole precise come la toilette, la passeggiata al Bois, la lettura, la conversazione, il teatro. Attraverso uno stile inconfondibile ed un uso raffinatissimo della tecnica del pastello egli ha saputo fermare le fisionomie, i gesti, le atmosfere, creando un immaginario femminile, quello della parigina, che sembra ancora molto attuale. Ma di Parigi, delle sue piazze, dei boulevard, dei caffè, dei teatri, egli è riuscito a fermare per sempre le atmosfere in un momento irrepetibile, divenendo tra i maggiori interpreti del fascino della Belle Époque.

Info: http://institutfrancais-firenze.com/