Home > Webzine > ''La Vague'' in concerto alla Ditta Artigianale Oltrarno di Firenze
mercoledì 20 novembre 2019

''La Vague'' in concerto alla Ditta Artigianale Oltrarno di Firenze

02-02-2017

Giovedì 2 Febbraio, alle ore 21.00, i "La Vague", formazione tosco-romana con già tre album all’attivo, saranno in concerto a Ditta Artigianale Oltrarno (Via dello Sprone, 3/5 R).
La band composta da Francesca Pirami (voce e elettronica, melodica e kazooto, uno strumento di propria invenzione che incrocia un kazoo e un imbuto), Alessandro Corsi (al basso elettrico e alla mbira, antico strumento dello Zimbawe) e Marco Calì (batteria), presenterà una selezione di brani tratti dal terzo lavoro “Pop Mirage”, uscito ad aprile 2016 per l’etichetta romana Mia Records. Ad arricchire l’esibizione, in scaletta anche alcune cover di brani famosi del repertorio swing e jazz.

Lo show nasce da una ricerca artistica che, dopo dieci anni di evoluzione, approda a un concerto-spettacolo in cui la performance di light painting di Samuele Calamassi si intreccia all'azione scenica e musicale del gruppo. “Pop Mirage” racconta un miraggio popolare, proprio della società attuale, che ci vede sempre “connessi” grazie alla tecnologia, ma spesso soli e distanti da un sentire vero e da un obiettivo comune. La voglia di mescolare strumenti, stili e lingue diverse permea quest'ultima creazione discografica dei La Vague, che privilegia l’elemento ritmico grazie ad arrangiamenti essenziali e diretti, con canzoni che esprimono fuori dai denti una visione della vita che rimane comunque un miraggio, risultato di un punto di vista che non è mai strettamente frontale. E anche il "pop" di "Pop Mirage" è un miraggio che va dall'elettronica al rock, dal reggae allo swing.

Dicono Corsi e Pirami: “La title track, su sonorità elettroniche, è un moderno pamphlet con cui liberiamo idee e visioni. Pop Mirage gioca infatti con ironia sul miraggio di un sound mainstream, o di un contratto discografico a vari zeri... ma, con un ribaltamento: noi il miraggio lo proponiamo come metodo per spostare il proprio punto di vista, per ribaltare l’osservazione del mondo. Il seme che genera questo disco è la voglia di sentirsi vivi, di scegliere cosa guardare, di smascherare le proprie convinzioni, per riuscire realmente a sentire gli altri, in connessione con il mondo che ci circonda. Grazie alla musica, infatti, anche partendo dalla rabbia e dalla frustrazione, noi troviamo la forza di andare oltre”.

L'evento fa parte degli appuntamenti con la musica live in programma ogni giovedì negli spazi del coffee bar, ristorante e gin bar diretto dal campione di caffè Francesco Sanapo.

Ingresso libero.

Per info e prenotazioni: 055 045 7163; info@dittaartigianale.it, sito internet www.dittaartigianale.it