Home > Webzine > ''ALIAS Domenica'', per il ciclo di eventi ''Culture di Carta'' al Gabinetto Vieusseux
lunedì 11 novembre 2019

''ALIAS Domenica'', per il ciclo di eventi ''Culture di Carta'' al Gabinetto Vieusseux

13-02-2017
Martedì 13 Febbraio, ore 15.00, nella Sala Ferri di Palazzo Strozzi a Firenze, prosegue "Culture di Carta", il ciclo di incontri del Gabinetto Vieusseux dedicato ai supplementi culturali che ospiterà "ALIAS Domenica", l'inserto domenicale de Il Manifesto.

A parlarne saranno Roberto Andreotti, editor e responsabile dell'inserto, e Cecilia Bello Minciacchi, collaboratrice, contemporaneista e critico letterario. Era il 1982 quando usciva per la prima volta con il manifesto il supplemento 'Talpalibri', che durerà fino al 1998 per poi confluire in 'Alias. Musica Arti Ozio', inserto del sabato dedicato a letteratura, arti visive e musica.

Sin dalla sua nascita ALIAS affronta criticamente una serie di mondi che spesso il quotidiano non ha lo spazio per trattare, allargando la rete dei collaboratori anche al di fuori del tradizionale bacino culturale del giornale e guardando ad altri pubblici. Nel 2011 nasce infine Alias Domenica, supplemento letterario domenicale che va ad aggiungersi all'inserto culturale del sabato, e dedicato in maniera più specifica a libri, critica letteraria e mostre.

Culture di carta è un percorso per le scuole superiori dedicato alla conoscenza dei vari supplementi culturali, ideato e curato da Alba Donati e da Gloria Manghetti. I ragazzi sono stati dotati, dal Gabinetto Vieusseux stesso, di vari numeri dei supplementi coinvolti, e hanno potuto lavorarci in classe.

Il progetto ha il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, del Comune di Firenze e del Centro per il Libro e la Lettura del Mibact, ed è sostenuto e condiviso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

Tutti gli incontri sono dedicati alle scuole medie superiori e aperti al pubblico fino ad esaurimento posti.
Si consiglia di arrivare con anticipo per verificare la disponibilità dei posti.

Per informazioni: www.vieusseux.it