Home > Webzine > Le ''Storie di Giampaolo Talani'' in mostra alla Firenzeart Gallery
martedì 27 ottobre 2020

Le ''Storie di Giampaolo Talani'' in mostra alla Firenzeart Gallery

06-04-2017

Giovedì 6 Aprile, alle ore 17.30, Firenzeart Gallery (Via della Fonderia, 42r) apre la mostra "Storie di Giampaolo Talani", alla presenza dell'artista.
La musica del Mare a Firenze. Ecco il libeccio, che scompiglia i capelli. Ecco il sale che entra nel cuore, nello spirito e nel corpo tutto. Ecco la forza delle sue onde in tempesta ed il cullare leggero della sua calma. Lo sguardo del marinaio è lontano, verso altri lidi, altri porti, altri mari da scoprire. Egli cerca il pesce, il pesce bianco, nel mare, per la strada, ogni giorno: è la speranza che apre l’alba. Sono i luoghi dell’anima, di ogni uomo, del viaggio verso il sogno, mentre il musicista suona lo strumento insieme alle sue passioni, ai suoi amori di rosa rossa. La musica del mare è in Oltrarno. Dopo l’epifania di brezza e salsedine sotto il loggiato degli Uffizi (Rosa dei venti, Sala d’Arme, 2008) Giampaolo Talani porta il mare sulla rive gauche fiorentina.

FirenzeArt Gallery accoglie 20 opere del grande artista sanvincenzino, l’unico capace di trasformare Firenze in una spiaggia giocosa e libera (Rosa dei venti, 2008). I suoi venti di vita porteranno sogni e pensieri, sconvolgendo e liberando, attraversandoli con la barchetta di carta che va, scivola, dai sogni di bambino dall’anima pura, per ricordarci che le balene si rincorrono, ma non dobbiamo mai prenderle.

La solida formazione accademica di Giampaolo Talani, unitamente alla grande determinazione del Maestro, hanno reso possibile commissioni prestigiose per importanti cicli di affreschi (della cui tecnica è il più grande conoscitore, Partenze, 2006), monumentali bronzi (si avvicina alla scultura dal 2007, Il Marinaio, 2010) e significative rappresentanze: Giampaolo Talani è stato l’unico artista italiano per il ventennale della caduta del muro di Berlino con l’installazione Dall’altro lato della duna – La metamorfosi della libertà.

Tra le sculture più recenti è L’uomo che salva il mare (Isola del Giglio, 2015), struggente omaggio ai gigliesi nei tragici giorni del naufragio della Concordia.

L’esposizione sarà visitabile fino al 22 aprile con orari 16 – 20, festivi su appuntamento.

Info: www.firenzeart.it