Home > Webzine > Il nuovo album di Susanna Parigi alla Libreria IBS+Libraccio di Firenze
martedì 12 novembre 2019

Il nuovo album di Susanna Parigi alla Libreria IBS+Libraccio di Firenze

08-04-2017
Sabato 8 Aprile alle 18.00 la Libreria IBS+ Libraccio (Via de' Cerretani, 16r) ospiterà la cantante fiorentina Susanna Parigi che presenterà il suo nuovo album "Dal suono all'invisibile" in collaborazione con Matteo Giudici, tratto dal concerto teatrale della pianista.

Susanna Parigi, canto e pianoforte e Matteo Giudici, chitarre, propongono un concerto sacro e una riflessione sulle parole della spiritualità come "Camminare", "Silenzio", "Passività", "Povertà", "Luce e ombra", "Attesa", "Ricerca", "Speranza", "Invisibile" con cui il mondo della fede ha spesso assiduità, ma importanti da riproporre anche come percorso quotidiano di etica laica.

Quante volte si ha la sensazione di pronunciare parole addormentate, parole che hanno dimenticato la loro provenienza, svilite da un uso quotidiano distratto che ne logora e stravolge il significato?
Eppure, se partecipassimo di nuovo al valore del silenzio, al coraggio del silenzio, potremmo dirci davvero umanità in rivolta. E da lì iniziare a strappare le parole dall'ovvio, dalle gerarchie dell'abitudine tentando di recuperare il senso dell’ineffabile e dell’indicibile che si cela dietro il tradimento di ogni parola non più sentita ma recitata. Da qui parte questo concerto teatrale. Cerca di ripensare alcune parole, prestando attenzione, come si fa con le persone a cui si vuole bene: cercando di capire da dove provengono, le trasformazioni che hanno subìto nel tempo e cosa ci vogliono dire al di là e oltre il suono necessario ad articolarle.

Con testi e letture da Girolamo Savonarola, Bobin, Erri De Luca, Segundo Galilea, Bonhoeffer, Enzo Bianchi, Pavel Florenskij, Salvatore Natoli, Vladimir Jankélévitch, Simone Weil e un repertorio che, per precisa scelta, spazia dalla musica classica a quella d'autore, ritenendo ogni chiusura e divisione un allontanamento dalla luce che può creare solo disarmonia, nella musica come nell'annosa dualità tra corpo e spirito.

Per informazioni: www.libraccio.it - www.ibs.it 

VM