Home > Webzine > Estate Fiorentina: Contempoartensemble e la musica in periferia
venerdì 22 novembre 2019

Estate Fiorentina: Contempoartensemble e la musica in periferia

01-07-2017

Contempoartensemble porta la musica nei quartieri della città. Luoghi inaspettati diventano così la cornice ideale per ascoltare della buona musica, con musicisti giovani e talentuosi; luoghi che non aspettano altro che essere rivitalizzati, vissuti e scoperti sia da chi vive nelle zone di appartenenza, sia da chi ha voglia di scoprire un’altra Firenze. L’ingresso è libero.

Il progetto ‘Concerti in periferia’ di Contempoartensemble ben interpreta le peculiarità di questa edizione dell’ Estate Fiorentina: scoprire luoghi meno noti e centrali della città attraverso produzioni artistiche in grado di valorizzare i tanti siti culturali e angoli monumentali disseminati tra i quartieri – commenta Tommaso Sacchi, curatore dell’Estate Fiorentina -. I concerti di musica prevalentemente di composizione novecentesca diventano così il contesto ideale in cui conoscere un parco, un sito culturale, un chiostro meno noti. La presenza di diversi giovani interpreti provenienti da più parti del Paese fa della rassegna un vero e proprio punto di riferimento su scala nazionale per appassionati che l’Estate Fiorentina è orgogliosa di accogliere”.

Programma

Sabato 1 luglio
Chiostro di Villa Vogel A(PURE)FLOWER con I solisti di Contempoartensemble: Maria Elena Romanazzi, voce, Matteo Fossi, pianoforte, Duccio Ceccanti, violino, Edoardo Rosadini, viola Vittorio Ceccanti, violoncello

Musiche di Cage, Pärt , Feldman, Kancheli

Il titolo della serata prende le mosse dal rapporto di Cage con l’arte figurativa, in particolare l’arte astratta, e la sua evoluzione verso una visione spirituale del fare artistico. I brani presentati spaziano dal lavoro sull’astrazione di Cage che, secondo i dettami della filosofia zen, organizza la materia musicale secondo le leggi del caso, all’opera di Arvo Pärt che punta all’essenzialità di una musica minimale, venata di misticismo e a quella di Morton Feldman nella quale la quasi totale assenza di movimento è capace di far percepire le micro riverberazioni in essa presenti.

Mercoledì 5 luglio
ore 21,15 Villa Arrivabene, Sala Consiliare TRIO VOX: Irene Novi, pianoforte, Clarice Curradi, violino, Augusto Gasbarri, violoncello

Musiche di Franz Schubert, Arvo Pärt , Maurice Ravel

Il Trio Vox nasce dall’incontro di tre giovanissimi musicisti le cui strade si sono intrecciate alla Scuola di Musica di Fiesole per poi proseguire verso tre importanti realtà estere: Hochschule für Musik Basel, Hochschule der Künste Bern e Universität Mozarteum Salzburg. Tutti e tre i componenti vantano un fitto e variegato bagaglio di esperienze musicali quali l’Accademia

Gustav Mahler di Bolzano, l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e contano al loro attivo numerosi concerti in qualità di solisti e in musica da camera in diversi organici strumentali nell’ambito di festival di rilievo in Italia e all’estero. I prossimi impegni del Trio prevedono la partecipazione a diversi festival importanti quali il 42^ Cantiere internazionale di Montepulciano, Il Festival dei Due Mondi di Spoleto, I concerti alla sede della Regione Toscana al Palazzo Strozzi Sacrati e infine alla Fondazione Walton di Ischia della cui borsa di studio per musica da camera il trio Vox quest’anno 2017 é vincitore.

Venerdì 7 luglio
Gasometro dell’Anconella TANGO SUITE Contempoartensemble in Trio Arcadio Baracchi flauto, Vittorio Ceccanti violoncello, Ivano Battiston fisarmonica

Astor Piazzolla – Trascrizioni per flauto, violoncello e fisarmonica di Ivano Battiston

La musica di Astor Piazzolla (1921-1992) si lega indissolubilmente a una delle maggior espressioni artistiche e culturali del mondo argentino: il tango. Piazzolla, infatti, scrisse una quantità sterminata di brani musicali che s’ispirano ai ritmi sensuali e alle melodie struggenti di una danza di grande forza emotiva.

In questo omaggio al tango di Piazzolla sono eseguiti i più famosi brani del compositore argentino fra i quali spicca uno dei suoi più celebri pezzi, Libertango. Fortemente connotato sul piano ritmico, malinconico nella sua linea melodica così espressiva e coinvolgente, Libertango sembra racchiudere lo spirito di un intero popolo, continuamente sospeso tra ribellione e rassegnazione.

Il progetto è realizzato con il contributo di Estate Fiorentina / Comune di Firenze, Regione Toscana, Fondazione CR Firenze, in collaborazione con i Quartieri 2 e 4 di Firenze.

Info: www.contempoartensemble.com - www.estatefiorentina.it