Home > Webzine > Leggere per non dimenticare: presentazione di ''Ingratitudine'' di Duccio Demetrio alle Oblate
mercoledì 28 ottobre 2020

Leggere per non dimenticare: presentazione di ''Ingratitudine'' di Duccio Demetrio alle Oblate

02-05-2018
"Ingratitudine. La memoria breve della riconoscenza" (Raffaello Cortina, 2017) è il libro di Duccio Demetrio che sarà presentato, per la rassegna Leggere per non dimenticare, mercoledì 2 maggio 2018, ore 17.30, alla Biblioteca delle Oblate. Introduce: Vivetta Vivarelli.

Malaparte come scrittore è stato una figura sottovalutata e un po’ dimenticata in Italia per diverse e anche comprensibili ragioni. L’area sulfurea che ha avvolto la sua vita, il passato fascista, la conversione al cattolicesimo, quella al comunismo. In realtà ha avuto il coraggio di andare controcorrente più di una volta, senza curasi di alleanze o di diplomazia.

L’ingratitudine e la riconoscenza sono tratti salienti degli intricati rapporti umani. L’una è prova di arroganza e disprezzo,
l’altra di amicizia indissolubile. Se l’ingratitudine evoca i motivi del tradimento, la riconoscenza sancisce la benevolenza verso chi ci ha aiutato, spesso senza chiedere nulla in cambio. Oggi il dissolversi delle buone maniere evidenzia il logoramento delle più elementari consuetudini relazionali. Si è ingrati senza più accorgersene, si è riconoscenti quanto basta per ottenere favori, all’insegna dei più impliciti rapporti di scambio. Il libro, rivisitando in profondità i due sentimenti e le loro moralità contrapposte, penetra in esse per riproporle alla nostra riflessione. Non tace al lettore le pieghe oscure di due esperienze emotive tra le più eluse e trascurate della vita di tutti noi.

Duccio Demetrio ha insegnato Filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca, ha fondato e dirige la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e l’Accademia del Silenzio. Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: Raccontarsi (1996), Filosofia del camminare (2005), La vita schiva (2007), L’interiorità maschile (2010), Perché amiamo scrivere (2011) e La religiosità della terra (2013).

Informazioni: www.leggerepernondimenticare.it 

SC