Home > Webzine > II edizione del Premio Danza MaxBalletAcademy all'Obihall Firenze
giovedì 14 novembre 2019

II edizione del Premio Danza MaxBalletAcademy all'Obihall Firenze

19-06-2018
Il premio Danza MaxBalletAcademy nasce dalla volontà della scuola fiorentina, che da oltre 20 anni offre un progetto multidisciplinare nelle varie attività che compongono le Arti dello Spettacolo, di istituire, in concomitanza con i saggi di fine corso, un appuntamento annuale fisso che renda omaggio alla cultura della danza e ne favorisca la conoscenza e l'apprezzamento nella società.

’Dopo 20 anni di lavoro ed esperienza nella formazione della danza – afferma la Direzione della MaxBalletAcademy, nelle persone di Gianluca Daziano e Massimiliano Terranova – abbiamo ritenuto importante istituire un premio che renda omaggio ad artisti che, solo con grande lavoro, studio e sacrificio, hanno potuto calcare le scene di tutto il mondo.’’

Il prestigioso riconoscimento, realizzato da Fabbrini Gioielli Firenze, storica azienda orafa fiorentina, radicata sul territorio dagli anni ‘50, e consegnato nel 2017 ai sette ex primi ballerini di MaggioDanza, sarà conferito quest’anno, la sera di martedì 19 giugno, sul palco del Teatro Obihall di Firenze, in occasione dello spettacolo accademico di fine anno della MaxBalletAcademy, all’étoile di fama internazionale Luciana Savignano.

La serata avrà inizio alle ore 19.00, dove nel ridotto del teatro Obihall, l’étoile incontrerà stampa e pubblico per raccontare ‘passione, sacrifici e gioie di una vita artistica’. Moderatore d’eccezione, Sabrina Vitangeli già prima ballerina di Maggio Danza.

Alle 20.30 sarà la volta dello spettacolo che vedrà esibirsi bambini e ragazzi della scuola, prima nel bellissimo balletto de 'Il Lago dei Cigni' e poi, in un classico della letteratura italiana, la famosa favola di Collodi ‘Pinocchio’.

Luciana Savignano, figura carismatica e stella della danza italiana nel mondo, si forma presso la Scuola di Ballo della Scala di Milano, nella quale si diploma in seguito ad un periodo di perfezionamento al Teatro Bol'šoj di Mosca. Sin dagli esordi si distingue per le sue particolarità e si rivela inimitata ed inimitabile in un percorso artistico assolutamente personale. Il viso affascinante ed enigmatico dai tratti orientaleggianti, il corpo sensuale e flessuoso dalle lunghe linee, ispirano celebri coreografi, primo fra tutti Mario Pistoni che la sceglie per interpretare il Mandarino Meraviglioso, balletto che la consacra al mondo coreutico. Nel 1972 diventa prima ballerina alla Scala ed in questo periodo viene notata da Maurice Béjart che la invita nella compagnia "Du XXème siècle" dove interpreta la Nona Sinfonia; è l'inizio di un lungo e fertile connubio artistico. Accanto a partners indimenticabili, collabora con i più importanti coreografi internazionali, fino a fondare, nel 1998, con Susanna Beltrami, la Compagnia Pier Lombardo Danza.

Per ulteriori informazioni: http://www.danzascuolafirenze.it/