Home > Webzine > La Crocifissione di Giovanni Banci alla Scuola di Arte Sacra di Firenze
domenica 25 ottobre 2020

La Crocifissione di Giovanni Banci alla Scuola di Arte Sacra di Firenze

22-06-2018
Sarà presentata venerdì 22 giugno 2018, alle ore 12.00, alla Sacred Art School di Firenze (Via della Catena,4) "Crocifissione" (ferro-1985) scultura dell'artista Giovanni Banci (1942-1999) donata dai familiari alla Scuola fiorentina.
Saranno presenti: l' Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Firenze, Sara Funaro, la Presidente della Scuola Prof.ssa Stefania Fuscagni, il Direttore della Scuola Giorgio Fozzati, la famiglia Banci ed il Dott. Modestino Romagnolo che presenterà l'opera del maestro fiorentino.

Giovanni Banci nasce a Firenze nel 1942. Appena quattordicenne inizia a lavorare nel piccolo laboratorio di vetreria di antichi lampadari di una zia ed è qui che Giovanni Banci conosce e comincia a lavorare il ferro che, con il fuoco, diventa elemento costitutivo delle sue opere. Giovanni Banci non ebbe la possibilità di acquisire uno specifico bagaglio di cultura figurativa attraverso studi, pertanto, da autodidatta, crebbe artisticamente attraverso la frequentazione dei musei fiorentini, delle piazze, delle gallerie, delle strade, respirandone l’aria, la cultura ed il messaggio universale. La sua personalissima tecnica, la scelta e l'utilizzo di un materiale povero scaturiscono proprio dalla sua storia. Il laboratorio di famiglia diventa negli anni sessanta una vera e propria azienda: la Banci Firenze s.r.l., gestita insieme ai fratelli ed all'interno della quale Giovanni Banci ricopre il fondamentale e insostituibile ruolo di industrial design. Devono trascorrere più di trenta anni dalla realizzazione della sua prima opera perché il maestro fiorentino accetti di presentare al pubblico le sue opere in una mostra permanente presentata ed inaugurata da Umberto Baldini, Paolo Blasi e Corrado Marsan nell'ex chiesa di San Quirico a Marignolle (1996).
Dal 1997, grazie all'opera di persuasione di Modestino Romagnolo, amico di lunga data, che ne cura la realizzazione e la presentazione vengono allestite le prime mostre ad Avellino(ex chiesa di San Francesco-1997) a Lanciano (Auditorium di Diocleziano-1997), a Sorrento (Chiostro di San Francesco-1998). Successivamente altre importanti e significative mostre personali vengono allestite a Todi (chiesa di San Filippo e Giovanni-1998), a Busto Arsizio (Palazzo Bandera-1998) ed a Firenze (Chiostro di Santa Croce-1998).
Nel 1999 il Comune di Firenze invita Giovanni Banci ad aderire al progetto Sculture in città con l'esposizione di sculture di grandi dimensioni sul sagrato della Basilica di Santo Spirito con le opere “Un filo di gloria”, “Come in un cerchio” e “La chiamata”. Di fronte alla Stazione di Santa Maria Novella la stupenda scultura “Il nuovo inizio”. L'11 settembre, giorno della inaugurazione, Giovanni Banci muore improvvisamente.

Nel 2000 Modestino Romagnolo, con il Patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Roma, cura l'ultimo evento espositivo in memoria del maestro fiorentino nella chiesa di Santa Rita a Campitelli. In data 23 settembre 2017, in occasione della Giornata Europea del Patrimonio, presso la Biblioteca della Fondazione Spadolini è stata scoperta la scultura “Come in un cerchio” dell'artista Giovanni Banci, opera donata dai familiari alla Fondazione alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale, Eugenio Giani, del Presidente della Fondazione, Prof. Cosimo Ceccuti e la presentazione dell'opera del maestro fiorentino da parte del Dr. Modestino Romagnolo.

Info: www.sacredartschoolfirenze.com