Home > Webzine > Visita a occhi chiusi al Museo Bardini e passeggiate al Terzo Giardino
venerdì 15 novembre 2019

Visita a occhi chiusi al Museo Bardini e passeggiate al Terzo Giardino

09-09-2018

Due appuntamenti speciali per domenica 9 settembre, alla scoperta di luoghi insoliti della città, da vivere con modalità totalmente inedite. La mattina al meraviglioso Museo Stefano Bardini sarà possibile scoprire la collezione grazie a una “visita a occhi chiusi”, pensata per non vedenti, ipovedenti ma anche per tutti coloro che vorranno sperimentare un’esperienza di conoscenza tattile, uditiva e olfattiva.

Nel pomeriggio tre turni di visita (in replica anche domenica 16 settembre), appuntamento sul Lungarno Serristori, alla spiaggetta sull’Arno, per conoscere il Terzo Giardino: un parco pubblico temporaneo ricavato sulle sponde del fiume grazie alle sfalciature geometriche della vegetazione: un progetto che rende omaggio al Terzo Paesaggio di Gilles Clément e che lo Studio++ ha realizzato per il Progetto RIVA, con la cura de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea.

Visita a occhi chiusi
Museo Stefano Bardini
Domenica 9 settembre h11
La visita tradizionale di un museo si appoggia con forza sulla vista: lo sguardo si posa sui dipinti, sulle sculture, sui decori, ma anche sulle luci, sulle atmosfere, sugli spazi. Non è questo però l’unico senso che viene messo in gioco; e senza la vista tutti gli altri si attivano e si amplificano, promuovendo un’esperienza più completa e più profonda. Nell’ambito di un percorso teso a una sempre più piena e inclusiva accessibilità del patrimonio culturale – promosso dalla Regione Toscana e inserito in un più ampio progetto che vede impegnati i Musei Civici Fiorentini con MUS.E, il Museo degli Innocenti, i Musei di Fiesole e la Fondazione Primo Conti – prendono quindi vita le “visite agli occhi chiusi”, rivolte tanto al pubblico vedente quanto a quello ipovedente e non vedente, che vedono il potenziamento dei diversi sensi…fatta eccezione per la vista.

Domenica 9 settembre alle h11 sarà così possibile visitare il Museo Stefano Bardini appoggiandosi al tatto, all’udito e all’olfatto: vedenti e non vedenti si affiancheranno per un’esperienza polisensoriale che consentirà di fruire in forma assolutamente nuova i capolavori del museo: le sculture sorprenderanno per  le loro forme e i loro volumi, i dipinti si trasformeranno in storie da ascoltare, armi e tappeti saranno associati a profumi inediti. Per renderci conto di quanto senza gli occhi il museo – e il mondo – diventino ancora più ricchi e pregnanti.

Per chi: per giovani e adulti
Quando: domenica 9 settembre h11
Dove: Museo Stefano Bardini, via dei Renai 37
Costi: ingresso gratuito finoa  18 anni, guide e interpreti, disabili e accompagnatori, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM - €4,50 giovani 18/25 anni e studenti universitari - €6,00 intero + visita €2,00 (residenti città metropolitana) - €4,00 (non residenti città metropolitana)

Natura, Fiume, Città. Passeggiate al Terzo Giardino.
Domenica 9 e Domenica 16 settembre
Il Terzo Giardino è ormai da qualche anno un parco pubblico in riva all’Arno aperto a tutta la città. Un parco insolito, perché non ci sono alberi piantati appositamente, non ci sono giochi per i bambini, non ci sono panchine; ci sono invece “stanze” naturali per guardare il fiume e i suoi silenzi, sentieri “risparmiati” dalla vegetazione per poterla osservare da vicino, piante, erbe e uccelli che popolano spontaneamente la riva: fra questi la valeriana, il sambuco o la canna, ma anche l’airone cinerino o la garzetta. Presenze di per sé comuni ai margini di un fiume, ma che con la progressiva urbanizzazione delle rive stentano a trovare un angolo per attecchire o nidificare.

Ecco perché il Terzo Giardino – il cui titolo rende omaggio al Terzo Paesaggio di Gilles Clément, che con questo termine valorizza la dimensione spontanea di una natura “residua” rispetto all’intervento dell’uomo – è un giardino più prezioso di altri, perché recupera un ambiente profondamente ecologico, spontaneo e naturale. E tuttavia è un giardino vero e proprio, nel quale passeggiare, osservare, chiacchierare, giocare, orientandosi e disorientandosi fra le linee dei sentieri: nel parco sono infatti disegnati itinerari dalle forme geometriche, ispirate alla regolarità di un antico giardino all’italiana, in cui il pubblico è invitato a perdersi e a ritrovarsi.

Gli appuntamenti previsti per domenica 9 e domenica 16 settembre alle h15.30, alle h16.30 e alle h17.30, a cura di MUS.E, invitano le famiglie con i bambini a un’esplorazione guidata del Terzo Giardino. Sarà così possibile osservarne le relazioni e gli intrecci con il fiume, con i ponti e con la città; coglierne il disegno e la struttura; esplorare le specie presenti e osservare esemplari spontanei di flora e di fauna, apprezzando la ricchezza biologica delle rive del fiume. Per tornare a casa con qualche conoscenza – e qualche riflessione – in più.

Per chi: per famiglie con bambini 8/12 anni
Quando: domenica 9 e domenica 16 settembre h15,30, h16.30, h17.30
Durata: 45’
Dove: Terzo Giardino, Lungarno Serristori
Appuntamento sul ponte alle Grazie – angolo con Lungarno Serristori.
Si prega di indossare scarpe chiuse e pantaloni lunghi.

La partecipazione è gratuita. La prenotazione è obbligatoria.
Tel. 055-2768224
Mail info@muse.comune.fi.it

Per maggiori informazioni: www.musefirenze.it