Città di Firenze
Home > Webzine > Concerti dei quartetti della liuteria toscana a Villa Bardini e Conservatorio Cherubini
lunedì 22 luglio 2024

Concerti dei quartetti della liuteria toscana a Villa Bardini e Conservatorio Cherubini

15-10-2018
Strumenti storici, plasmati da maestri artigiani e restaurati da mani altrettanto sapienti, tornano a suonare per una sera. Continuano i “Concerti dei quartetti della liuteria toscana”, festival organizzato da Fondazione CR Firenze, Osservatorio dei Mestieri d’Arte e Orchestra da Camera Fiorentina che celebra l’arte liutaria toscana.

L’appuntamento di lunedì 15 ottobre (ore 21 – biglietto 10 euro) porta sul palco di Villa Bardini uno straordinario trio composto da due prime parti dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, il violinista Ladislau Horvath e il violista Igor Polesitzky, e Roger Low, che della compagine fiorentina è stato primo violoncello per svariati anni. Ensemble votato all’eccellenza a cui saranno affidati strumenti preziosi: il violino Giovanni Battista Gabrielli datato 1756, tra gli esemplari più apprezzati di questo liutaio fiorentino, e la viola uscita nel 1770 dal laboratorio di un altro artigiano toscano, Gasparo Piattellini. In programma musiche di Franz Schubert, Luigi Boccherini e Ludwig van Beethoven.

Martedì 16 ottobre ancora una serata, sempre alle 21, alla Sala del Buonumore del Conservatorio Luigi Cherubini (piazza delle Belle Arti, 2 – Firenze – biglietto 10 euro), stavolta insieme al Quartetto di Toscana Classica che allinea i violini di Daria Nechaeva e Neri Nencini, la viola di Marco Gallina e il violoncello di Leonardo Ascione. In programma il “Quartetto n. 2 op. 13 in la minore” di Felix Mendelssohn e il “Quartetto op. 76 n. 2” di Joseph Haydn. A risuonare, stavolta, saranno due violini, viola e violoncello realizzati nel 2007 nella bottega fiorentina di Paolo Vettori e Figli in occasione della mostra “Alla corte di Caterina” dedicata a Andrea Amati, tra i dei padri fondatori dell’arte liutaria italiana. Copie perfette che riprendono, nello stile e nei decori, gli strumenti che Carlo IX di Valois gli commissionò, a metà del Cinquecento, per la corte di Versailles. Acquistati da Johanna Sng e volati a Singapore, per una sera torneranno a Firenze.

Iniziative realizzate con il patrocinio di Ministero dei beni e delle attività culturali, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze.

Info e prenotazioni tel. 055.783374 - info@orchestrafiorentina.it