Home > Webzine > Diffrazioni Firenze Multimedia Festival alle Murate. Progetti Arte Contemporanea
giovedì 14 novembre 2019

Diffrazioni Firenze Multimedia Festival alle Murate. Progetti Arte Contemporanea

12-12-2018

Concerti, live e masterclass, opere elettroacustiche e multimediali, performance (sound, light, art, technology, neuroscience, nanotechnology, robotics), installazioni multimediali, sessioni di conferenze, workshop, seminari e altri eventi speciali, artisti provenienti da tutto il mondo. Dal 12 al 16 dicembre 2018, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea ospita la prima parte del Diffrazioni Firenze Multimedia Festival.

Dopo il successo della seconda edizione, che ha visto la partecipazione di oltre 130 artisti provenienti da 27 paesi del mondo, con oltre 150 opere di carattere multimediali e 70 istituzioni mondiali coinvolte, questa terza edizione di Diffrazioni Festival presenta un doppio appuntamento: La prima parte del festival avrà luogo infatti dal 12 al 16 dicembre 2016; La seconda parte avrà luogo dal 27 al 31 marzo 2019 e sarà aperta ad artisti di tutto il mondo. Diffrazioni Festival è un progetto culturale che fonda le proprie basi nella Sperimentazione artistica transdisciplinare: dal suono alla luce, dalla tecnologia alla scienza.

Sarà una settimana ricca di eventi che vedrà coinvolti molti artisti di fama internazionale. Le Murate.Progetti Arte Contemporanea accoglierà le numerose opere di artisti internazionali, per ascoltare, vedere, incontrare e conoscere ciò che costituisce la frontiera attuale del pensiero e dell’agire artistico e tecnologico attuale. I temi principali del Festival saranno l’acustica musicale, Arte e nanotecnologie, Arte telematica, Arte e sistemi di telecomunicazioni mobili, Bioarte, Composizione algoritmica, Intelligenza artificiale e arte, Interazione e improvvisazione, Intermedia, Linguaggi per la computer music, Live coding, New media, Neuroscienze e arte, Nuove interfacce per la produzione artistica, Psicoacustica, Realtà aumentata, Realtà virtuale, Robotica, Sistemi informatici per l’educazione artistica, Software e hardware/ nuovi sistemi, Storia della musica elettroacustica, Tecniche di spazializzazione del suono.

Tra gli appuntamenti vale la pena ricordare l’interessante masterclass che, per sei giorni consecutivi, la musicista Esther Lamneck, interprete di fama mondiale di musica contemporanea e tecnologica, realizzerà con un gruppo di musicisti in residenza, guidandoli a suonare insieme interagendo con strutture elettroniche e visual, componendo così improvvisazioni dove immagini, musica dal vivo e registrata diverranno un tutt’uno. Questa prima parte di Diffrazioni festival si caratterizza con una polarità incentrata sulle esperienze tecnologiche e artistico musicali guardando verso Astana e contemporaneamente verso Tehran.

Negli ultimi due anni si è infatti sviluppato un dialogo con il festival Reza Korourian Award di Teheranagevolando uno scambio di opere e favorendo così la crescita di una conoscenza artistica reciproca. Saranno presentate opere di Mehdi Jalali compositore e direttore artistico del festival e direttore di Yarava Music Group e di Farzad Hosseinabadi, vincitore del festival iraniano. Fondamentale è stato il contributo della musicista Gelareh Soleimani Lavasani già vincitrice della prima edizione del festival RKC e dell’Associazione culturale 8 ARTI.

Dal 27 al 31 marzo 2019 è in programma la seconda parte del Diffrazioni Firenze Multimedia Festival.

Diffrazioni Festival è possibile grazie a Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, con il patrocinio del Comune di Firenze e con la collaborazione di Le Murate.Progetti Arte Contemporanea MUS.E e di New York University.

Tutti gli eventi all’interno della manifestazione sono a ingresso libero. 

Per maggiori informazioni e programma: www.lemuratepac.it