Home > Webzine > Il musical "Ho un sassolino nella scarpa" con Rodolfo Banchelli al Teatro del Sodo
giovedì 14 novembre 2019

Il musical "Ho un sassolino nella scarpa" con Rodolfo Banchelli al Teatro del Sodo

31-12-2018
Lunedì 31 Dicembre 2018, dalle ore 20.30, il Teatro e Salone del Sodo (Chiesa di San Pio X al Sodo, via delle Panche, 212 - Firenze) ospita il cenone di capodanno e a seguire, un edizione speciale di "Ho un sassolino nella scarpa", musical che racconta l'era del grande swing italiano, con il campione di boogie woogie Rodolfo Banchelli, Cinzia Daloiso e gli artisti della Bottega dello Swing.

Fine anni Cinquanta, Firenze. Il gestore di un night club sull'orlo del fallimento, una volta che musicisti e ballerini, non più pagati, hannp tagliato la corda, gioca il tutto per tutto, butta in pista le donne delle pulizie e si inventa un nuovo spettacolo in cui racconta, cantando e ballando, i fasti del passato, quando nel suo locale passavano Natalino Otto, Fred Buscaglione, Renato Carosone e Odoardo Spadaro.

Dalla mezzanotte, dopo il brindisi, tutti in pista, anche gli spettatori, per salutare il nuovo anno ballando insieme alla compagnia.

Rodolfo Banchelli, artista poliedrico con tre festival di Sanremo alle spalle, un passato da campione di boogie woogie e rock and roll, è un personaggio internazionale che canta e balla lo swing in maniera eccellente.
Già a 15 anni è campione italiano di boogie woogie e rock’n’roll; a 17 anni vince i campionati d’Europa, a 18 e 19 anni vince i campionati del mondo con la squadra nazionale italiana; a 22 e già professore internazionale che forma ballerini di prima grandezza. Come ballerino ha anche realizzato un video per Lucio Dalla e ha fatto le coreografie per il primo video di Ivana Spagna. È inoltre protagonista del film semi-autobiografico Rock & Roll. In teatro ha partecipato all’ "Opera dello sghinazzo" con il grande Dario Fo. Come cantante vince il festival di Castrocaro Terme e partecipa a due festival di Sanremo come solista e ad uno come autore, con un brano scritto per Petra Magoni. Il suo primo album Guerra viene prodotto da Fabrizio Federighi, produttore dei Neon che vi collaborano; del secondo disco, "’Un c’e’ verso", scrive tutte le canzoni e lo produce con Davide Romani (collaboratore anche di Adriano Celentano). Negli ultimi anni ha condotto tre trasmissioni televisive su circuito regionale; è stato ospite al "Maurizio Costanzo Show" e a "Buona Domenica" con lo storico gruppo dei Dennis & The Jets, coi quali ha cantato in tutta Italia e realizzato il CD "Tutta colpa del rock and roll". Banchelli ha anche curato la direzione artistica di locali come il "Manila" e lo "055", dove hanno suonato e sono cresciuti artisticamente gli Spandau Ballet, i Litfiba, Carlo Conti,Giorgio Panariello, Leonardo Pieraccioni, il dj Stefano Noferini. Ha ideato il "Premio Spadaro", festival che unisce la tradizione popolare alla musica d’autore con ospiti come Narciso Parigi, Riccardo Marasco, Riccardo Tesi, Beppe Dati, Mimmo Epifani, Lisetta Luchini e gli splendidi Mandolinisti Fiorentini; ha ideato e organizzato "Gocce d’autore" festival alla 3a edizione, dedicato alla musica d’autore e al vino di qualità. Ha continuato anche la sua esperienza teatrale con "Anima toscana", spettacolo dedicato alla rielaborazione della tradizione popolare, con Lisetta Luchini, Glenn Capaldi, Vanni Breschi, Lorenzo Forti ed i Mandolinisti Fiorentini.

LG