Home > Webzine > Leggere per non dimenticare: "Piccola autobiografia di mio padre" di Vogelmann alle Oblate
martedì 19 novembre 2019

Leggere per non dimenticare: "Piccola autobiografia di mio padre" di Vogelmann alle Oblate

21-01-2019
Una storia emblematica di una famiglia ebrea nel periodo più tragico della nostra storia. Lunedì 21 gennaio 2019, alle ore 17.30, presso la Biblioteca delle Oblate a Firenze (via dell'Oriuolo, 26) per la rassegna "Leggere per non dimenticare" a cura di Anna Benedetti, in occasione della "Giornata della Memoria" è in programma la presentazione del libro "Piccola autobiografia di mio padre" di Daniel Vogelmann (La Giuntina, 2018). Presenta l'evento: Stefano Levi Della Torre.

Daniel Vogelmann, attuale direttore della casa editrice La Giuntina, racconta la vita del padre Schulim, unico italiano inserito nella famosa “lista di Schindler”. Sulla sua lapide, Daniel ha voluto che fosse impresso, a ricordo perenne, il numero di prigionia che suo padre aveva tatuato sul braccio: 173484.
"Mio padre Schulim mi ha sempre raccontato poco della sua vita, e non solo riguardo alla sua prigionia ad Auschwitz. Certe cose, poi, le ho sapute soltanto molti anni dopo la sua morte, come, per esempio, che c’era anche lui nella lista di Schindler. E io, purtroppo, non gli ho mai chiesto nulla, anche perché è morto quando avevo solo ventisei anni. Qualcosa, però, è giunto miracolosamente fino a me, e così ho scritto questa piccola autobiografia per le mie nipotine. Ma non solo per loro".

Daniel Vogelmann, nato a Firenze nel 1948, esordisce negli anni ’70 come poeta, pubblicando alcuni volumi di liriche, tra cui Fondamentale (1972). Nel 1980 fonda la casa editrice La Giuntina, la cui prima pubblicazione nella collana «Schulim Vogelmann», dedicata alla memoria del padre, fu La notte del premio Nobel Elie Wiesel (tradotta dallo stesso Vogelmann) a cui negli anni si sono aggiunti circa 500 titoli sulla cultura ebraica.

Per ulteriori informazioni: www.leggerepernondimenticare.it