Home > Webzine > "Memorie di un giovane disturbato", incontro con Frédéric Beigbeder all'Institut français Firenze
lunedì 26 ottobre 2020

"Memorie di un giovane disturbato", incontro con Frédéric Beigbeder all'Institut français Firenze

28-02-2019

Giovedì 28 febbraio 2019, alle ore 18.00, la sala lettura dell'Institut français Firenze in piazza Ognissanti ospiterà Frédéric Beigbeder per la presentazione del suo nuovo libro "Memorie di un giovane disturbato".
Interverranno: Titti Giuliani Foti, giornalista de La Nazione; Gabriella Montanari, editrice e traduttrice di Vague Edizioni.

Il romanzo, il cui titolo è un doppio clin d’oeil alle Memorie di una ragazza perbene di Simone de Beauvoir e alle Memorie di una giovane disturbata di Bianca Lamblin, narra le vicende amorose del giovane dandy, Marc Marronnier (alter ego dell’autore) e l’inizio della sua carriera di cronista mondano al crepuscolo degli anni’80. Festaiolo insaziabile e nottambulo instancabile, Marc unisce l’utile al dilettevole : serate deliranti (condite di danze e sbronze collettive) e lavoro facile. Fedeli compagni di baldoria sono l’amico Jean-Georges e il resto dei sogghignatori in Pantalone, una scatenata « setta » di adepti del dio Divertimento. La musica (dalla bostella alla house) funge da fil rouge alla sequenza-diario di eventi frivoli, relazioni in dirittura d’arrivo (con Victoire) e al nastro di partenza (con Anne), cambiamenti esterni (la rivoluzione di velluto a Praga nell’89) e interiori (vita di coppia « casalinga »). Marc incarna lo spirito di contraddizione, vero protagonista di quest’opera di esordio di Beigbeder : tenero e cinico, amabile e irritante, superficiale e profondo. Un mondo di dorata dissolutezza al quale abbiamo tutti sognato di appartenere, almeno una volta, il tempo di una festa in costume…

La penna dello scrittore, fresca, divertente, sarcastica e autoironica, è ricca d’immagini surreali, arguti giochi di parole e gustosi riferimenti letterari. Lo stile, sempre elegante e originale, si avvale di un mix efficace di registri linguistici che rende la lettura scorrevole ma non scevra da riflessioni.

Per maggiori informazioni: www.institutfrancais.it/firenze