Home > Webzine > Leggere per non dimenticare: Paolo di Paolo presenta "Vite che sono la tua" alle Oblate
lunedì 26 ottobre 2020

Leggere per non dimenticare: Paolo di Paolo presenta "Vite che sono la tua" alle Oblate

27-03-2019
Mercoledi 27 marzo 2019, alle ore 17.30, presso la Biblioteca delle Oblate a Firenze (via dell'Oriuolo, 26) per la rassegna "Leggere per non dimenticare" a cura di Anna Benedetti, è in programma la presentazione del libro "Vite che sono la tua. Il bello dei romanzi in 27 storie" di Paolo di Paolo (Laterza, 2017). Presenta l'evento: Simona Costa.

Da un romanzo, a volte, riporti anche solo un gesto, una frase, un'intuizione, una visione; altre volte invece una storia che somiglia alla tua. Da Tom Sawyer al giovane Holden, da Jane Eyre a Raskòl’nikov e ai personaggi di Roth, la magia dei grandi libri, considerati guide storiche, spiazzanti. Leggendo possiamo vivere il non ancora vissuto e il mai vivibile, dichiararci a qualcuno con coraggio mai avuto, sentire un dolore che somiglia a quello che proviamo noi, o anche solo sapere che esiste. La letteratura ci racconta: la sorpresa del crescere, le sifde, la scoperta del desiderio, l'amore, le illusioni, la voglia di andare lontano o di tornare a casa, le paure e le speranze.

Paolo di Paolo nel 2003 entra in finale al Premio Campiello Giovani e, con i racconti Nuovi cieli, nuove carte, al Premio Italo Calvino. È autore tra l’altro di Ogni viaggio è un romanzo (2007); Raccontami la notte in cui sono nato (2008); Dove eravate tutti (2011, Premio Mondello e Premio Vittorini); La miracolosa stranezza di essere vivi (2012), Mandami tanta vita (2013, finalista al Premio Strega e vincitore del Premio Salerno Libro d’Europa e del Premio Fiesole); Una storia quasi solo d’amore (2016).

Simona Costa è attualmente professore ordinario di Letteratura Italiana contemporanea presso l’Università di Roma Tre. Ha insegnato Letteratura Italiana presso le Università di Firenze, Sassari, Trieste e Macerata, dove è stata Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia. Dal gennaio 2007 al gennaio 2011 è stata membro del Consiglio Universitario Nazionale (CUN) e membro della Giunta di Presidenza del CUN.

Per ulteriori informazioni: www.leggerepernondimenticare.it 

JB