Home > Webzine > "Sognare l'impossibile - Vent'anni di sessantotto" al Teatro Puccini di Firenze
sabato 21 settembre 2019

"Sognare l'impossibile - Vent'anni di sessantotto" al Teatro Puccini di Firenze

18-04-2019
Giovedì 18 aprile 2019, alle ore 21.00, al Teatro Puccini di Firenze sarà in scena "Sognare l'impossibile - Vent'anni di sessantotto", tratto dall'omonimo libro di Sergio Secondiano Sacchi, Sergio Staino e Steven Forti. Il libro, edito da Squilibri per la Collana I Libri del Club Tenco, scritto a sei mani e contenente due CD, sarà presentato e raccontato in una serata speciale. Un complesso e affascinante spettacolo di storia, di musica e di immagini sul tema delle canzoni legate al '68 prima, durante e dopo. Un excursus quasi planetario, dal Portogallo alla Russia, dall'Uruguay a Parigi, dalla Cina a Roma, sulle voci e le musiche che caratterizzarono quell'importante e prolungato avvenimento.

Dodici gli artisti che si alterneranno sul palco: Juan Carlo “Flaco” Biondini, Andrea Brogi, Stefano “Cocco” Cantini, Silvia Comes, Gianni Coscia, Alessandro D’Alessandro, Alessio Lega, Antonio Masoni, Marco Poggiolesi, Wayne Scott, Michele Staino e Peppe Voltarelli.

«Qualcuno dirà: "ancora il '68?! Allora io rispondo: dovete tener conto che molti di voi il '68 se lo sono dimenticato oppure nei loro ricordi se lo sono trasformato oppure, essendo giovani, non l'hanno mai conosciuto - ha affermato il celebre fumettista, vignettista e coautore del libro, Sergio Staino -. Allora eccovi qua un bellissimo libro che ve lo racconta in modo esauriente e, soprattutto, eccitante e con l'ausilio di ben due cd. Si chiama "Vent'anni di Sessantotto", è scritto da Sergio Secondiano Sacchi e Steven Forti e illustrato dal sottoscritto. Da questo libro nasce lo spettacolo "Sognare l'impossibile" che, passato dalla Palazzina Liberty di Milano e dall'auditorium di Roma, approda adesso al Teatro Puccini di Firenze».

Vent’anni di Sessantotto - Il 1968 è passato alla storia come l’anno della contestazione giovanile perché nel corso di quei dodici mesi si sono susseguite in tutto il mondo rivolte nate per lo più all’interno delle università e accompagnate spesso da avvenimenti eclatanti, dalle manifestazioni per la Primavera di Praga alle barricate per le strade di Parigi. Lo spirito di quei fermenti rivoluzionari abbraccia però un arco temporale molto più esteso, essendosi manifestato in tutta la sua evidenza almeno quattro anni prima ed essendosi mantenuto vivo, sia pure in forme diverse, per almeno altri quindici anni.

Scorrendo in ordine cronologico il calendario di quell’anno mirabile e le sue articolazioni in ventotto paesi, dal Portogallo al Nicaragua, il volume ripercorre così oltre “vent’anni di Sessantotto”, dalle contestazioni studentesche di Berkeley alla caduta del muro di Berlino, nell’intrigante e mai banale ricostruzione di Sergio Secondiano Sacchi e con il puntuale controcanto dei disegni e dei fumetti di Sergio Staino, la vivace analisi storica di Steven Forti e, in particolare, le 45 canzoni raccolte nei due CD allegati al volume, parte significativa e imprescindibile del racconto di quell’esteso e ramificato pensiero di libertà conosciuto come Sessantotto.

Tra gli interpreti dei due CD Ricky Gianco, Paolo Pietrangeli, Alessio Lega, Max Manfredi, Petra Magoni, Alessandro D'Alessandro, Lluís Llach, Claudio Bisio, Cristiano De André, Peppe Voltarelli, Têtes de bois e molti altri.

La serata, organizzata dal Club Tenco, è possibile grazie al sostegno del Comune di Firenze e al Teatro Puccini.

Per ulteriori informazioni: www.teatropuccini.it