Home > Webzine > 600 giovani artigiani in classe, premiati alle Oblate i lavori più belli
giovedì 28 maggio 2020

600 giovani artigiani in classe, premiati alle Oblate i lavori più belli

30-05-2019
Oltre 600 studenti delle scuole secondarie di primo grado hanno fatto gli artigiani in classe. Si sono cimentati in lavorazioni di cartotecnica e doratura, realizzato lastre di rame sbalzate e cornici intarsiate. Sono loro i protagonisti dei due percorsi didattici 'Mani Creative' e 'L'Artigianato e la Carta', promossi dall'Associazione OMA - Osservatorio dei Mestieri d'Arte con il contributo di Fondazione CR Firenze, all'interno de 'Le Chiavi della città' del Comune di Firenze.

Mercoledì 29 Maggio, alla Biblioteca delle Oblate, i lavori più belli (primo, secondo e terzo per ogni classe partecipante) sono stati premiati. Erano presenti Giovanni Fossi, vicepresidente Associazione OMA, Maria Pilar Lebole, responsabile del progetto OMA per la Fondazione CR Firenze, Marco Materassi responsabile progetti educativi della Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Elisabetta Nardinocchi, direttrice della Fondazione Horne che da 10 anni con il servizio educativo del museo progetta e propone l’alta qualità dei laboratori didattici sui mestieri d’arte, Fabrizio Fantini, presidente del Rotary club Firenze est e gli artigiani responsabili dei progetti Paolo Penko, Gabriele Maselli, Beatrice Cuniberti e Camilla Peltenburg-Brechneff.

Sono due i percorsi didattici ai quali hanno potuto partecipare gli studenti. ‘Mani Creative’, dedicato alla sperimentazione di tecniche come la doratura, lo sbalzo e la tarsia lignea, durante il quale gli alunni sono stati affiancati dagli artigiani Paolo Penko, Elisa Todisco e Gabriele Maselli. E il percorso ‘L’artigianato e la Carta’ dedicato alla rilegatura di un quaderno in carta decorata al quale ha collaborato Camilla Peltenburg-Brechneff per l’Atelier degli Artigianelli. Sono state fatte inoltre delle visite al Museo Horne per conoscere le tecniche tradizionali dell'artigianato fiorentino all'interno della collezione. "L'interesse per questa offerta formativa cresce di anno in anno: siamo partiti con dieci classi e ora sono diventate 26 - afferma Maria Pilar Lebole, responsabile del progetto OMA per la Fondazione CR Firenze -. Un dato che non può che renderci felici poiché siamo convinti che la conoscenza dell'artigianato debba cominciare proprio a scuola attraverso una riscoperta della manualità. Questi percorsi sono in grado di generare curiosità e passione, e perché no, amore per l'artigianato, elementi fondamentali per garantire un futuro alle nostre eccellenze".

Il Rotary Club Firenze Est, che collabora con OMA con il progetto ‘Cento Artigiani’, ha premiato anche quest’anno 24 studenti di classe III che hanno partecipato ai due percorsi didattici e hanno poi deciso di frequentare il liceo artistico, consegnando loro un kit da disegno.

Per maggiori informazioni: www.osservatoriomestieridarte.it