Città di Firenze
Home > Webzine > Percorsi di Jazz: Alkaline Jazz trio feat. Scott Hamilton in concerto al Teatro del Cielo
giovedì 18 luglio 2024

Percorsi di Jazz: Alkaline Jazz trio feat. Scott Hamilton in concerto al Teatro del Cielo

18-06-2019
Mercoledì 18 Giugno, alle ore 21.30, è in programma il concerto di Alkaline Jazz trio feat. Scott Hamilton al Teatro del Cielo, Osservatorio Astrofisico di Arcetri (Largo Enrico Fermi, 5 Firenze) e prima, dalle 19.45 alle 21.00, è previsto un apericena a cura dei ragazzi di Sipario e, una volta finito il concerto, il pubblico potrà partecipare all’osservazione del cielo con telescopio.

Nella suggestiva atmosfera del Teatro del Cielo, la musica di Alkaline Jazz trio con il sassofonista Scott Hamilton, si esibiscono nel concerto che fa parte del ricco calendario di eventi che si svolgono nella cornice dell’Osservatorio Astrofisico di Arcetri da giugno a settembre.

"Il nome del gruppo lascia intendere differenti significati. Chimicamente conosciamo i metalli alcalini buoni conduttori di elettricità. Probabilmente vuole illustrare il lavoro come riserva di buone vibrazioni e trasmettitore di stati d’animo avvolgenti ed umori viscerali. È certo che Alkaline offre una panoramica musicale a trecentosessanta gradi, ed è anche che la band vibra a destra e a manca senza trovare mai un intoppo.
L’organo virtuoso di Albero Marsico è complice di un tale ventaglio di sapori e nostalgie anni '70 che non dispiacciono, ma soprattutto fa da trait d’union ad immagini diverse, che se originariamente distanti, ora s’incontrano senza sbavature. Il vibrafono di Alessandro Di Puccio è una cascata di perle e la sua bravura non è mai intaccata. Infine l’ecletticità e la perspicacia di Alessandro Fabbri, navigatore del beat che affonda e riemerge in un proliferare di dinamiche, permettono all’intera ciurma di affiliarsi in un grande abbraccio. Per continuare a volare senza paura di cadere."

Così scriveva, nel febbraio del 1998, il giornalista e critico musicale Davide Ielmini, a proposito dell’uscita del primo CD del trio formato da Alessandro Di Puccio al Vibrafono, Alberto Marsico all’organo Hammond e Alessandro Fabbri alla batteria. A distanza di venti anni il trio si è riunito per dare di nuovo vita a quel particolare sound imbevuto di soul, bebop, blues e mainstream. Oltre a concerti in formazione base, oggi come allora il trio può contare sulla partecipazione di un artista di fama mondiale: lo straordinario sassofonista statunitense Scott Hamilton. Alberto Marsico, organista (Hammond), pianista, compositore. Ha suonato in gran parte del mondo e vanta collaborazioni con grandi musicisti italiani e stranieri fra i quali: Anthony Paule, Tino Gonzales, Alex Schultz, Lynwood Slim, Larry Taylor e molti altri. Alessandro Fabbri, batterista, compositore, arrangiatore, titolare della cattedra di Jazz presso il Conservatorio G. Puccini di La Spezia. Ha suonato con importanti musicisti quali: Massimo Urbani, Larry Nocella, Claudio Fasoli, Tiziana Ghiglioni, Luca Flores, Pietro Tonolo e tanti altri. Ha partecipato a numerosi festival italiani e europei. Alessandro Di Puccio, vibrafonista, compositore, è stato direttore didattico della scuola di musica jazz Centro Attività Musicali di Firenze e della Scuola di Musica del Comune di Scandicci (Fi). Attualmente direttore del Dipartimento Jazz dell’Accademia Musicale di Firenze. Ha suonato con importanti musicisti quali: Bruno Tommaso, Enrico Pierannunzi, Maurizio Giammarco, Franco D’Andrea, Gianluigi Trovesi, Pietro Tonolo, Massimo Urbani. Ha partecipato a numerosi festival italiani e europei. Scott Hamilton, brillante stella internazionale del sax tenore, ha collaborato con i più grandi musicisti del mainstream, ovvero della corrente depositaria della tradizione del jazz. Dotato di un suono inconfondibile e di un fraseggio personale, è considerato tra i più richiesti musicisti nei club e festival di tutto il mondo. Scott è l’interprete di una musica elegante, basata su un’esposizione lirica e fluida, confortata da un suono seducente che gli ha permesso di affermarsi per la delicatezza del suo sax e la creatività negli a solo, proprio nel momento in cui sembrava che il modello vincente fosse quello di un sax aggressivo e schierato con l’avanguardia.  Il suo stile, capace di includere il lirismo di Ben Webster e la passionalità di John Coltrane, è stato celebrato in un documentario realizzato nel 2013, intitolato «Great Scott».

L'appuntamento fa parte della programmazione di "Percorsi di Jazz" all’interno di una nuova edizione di "Notti d’estate ad Arcetri", nell’ambito di Estate Fiorentina 2019.

Posto unico € 12/10 + d.p.

Per maggiori informazioni: www.eventimusicpool.it – www.arcetri.astro.it

AC