Home > Webzine > "Amir Project", visite gratuite condotte da mediatori stranieri al Giardino di Boboli
giovedì 14 novembre 2019

"Amir Project", visite gratuite condotte da mediatori stranieri al Giardino di Boboli

11-10-2019
Venerdì 11 Ottobre dalle ore 10.00 alle 11.30, nell'ambito dell'Estate Fiorentina 2019, grazie al progetto "Amir. Come semi in viaggio" si terranno delle visite gratuite al Giardino di Boboli (punto d’incontro: Anfiteatro all’interno del giardino).

Modello di giardino all’italiana creato dai Medici, che ne curarono la sistemazione, divenuto esemplare per molte corti europee: il Giardino di Boboli, con la sua vasta superficie verde suddivisa in modo regolare, è un vero e proprio museo all’aperto dal ricco patrimonio botanico e artistico. È popolato di statue antiche e rinascimentali, e ornato di grotte, fra cui in primis quella celeberrima realizzata da Bernardo Buontalenti e di grandi fontane, come quella del Nettuno e dell’Oceano. Ma, soprattutto, ospita un vasto assortimento di specie vegetali: sin da subito si decise di iniziare la piantagione di siepi, alberi, piante rare e selvatiche, in un grande fermento di idee che ne avrebbe fatto uno dei più significativi giardini, degno di una dimora granducale. Ancora oggi è possibile cogliervi pienamente lo spirito della vita di corte e insieme godere dell’esperienza di un giardino che si rinnova stagione dopo stagione, pur nel rispetto della sua tradizione.

"Amir, Come semi in viaggio / Storie di migrazioni di piante e persone" propone, fino al 31 ottobre 2019, una serie di visite gratuite condotte dai mediatori stranieri nei parchi e giardini di Firenze e Fiesole.
Visite per esplorare la diversità botanica e culturale che ha reso gli orti e i giardini, laboratori dove da sempre si riproducono e incrociano forme vegetali e artistiche che provengono da altri climi e da altre colture e culture.
Puoi visitarle con i mediatori di AMIR project يف نجتمع دعونا املتح : afgani, tunisini, egiziani, maliani, gambiani, marocchini, camerunensi, colombiani, nigeriani, venezuelani, senegalesi, ivoriani, peruviani, ghanènsi, romeni, guineani, pakistani, cinesi, italiani! Le visite sono in italiano e su richiesta in inglese, francese, spagnolo, arabo e nelle lingue madri dei mediatori AMIR.

Amir è un progetto sperimentale (il nome in arabo significa ‘giovane principe’) avviato nel 2018 e tuttora in corso, a cura di una rete di musei del territorio, finalizzato a proporre attività di mediazione culturale condotte da cittadini stranieri. Attualmente coinvolge sette musei a Firenze e Fiesole: Museo e Area archeologica di Fiesole, Museo Bandini, Museo Primo Conti, Museo di Palazzo Vecchio, Museo Novecento, Museo degli Innocenti, Museo dell'Opera del Duomo | progetto Stazione Utopia e per la prima volta anche il Giardino di Boboli, grazie a una collaborazione con la Galleria degli Uffizi e l’Orto Botanico dell’Università di Firenze, e si avvale della consulenza della Rete Semi Rurali ( www.semirurali.it ).

Per maggiori informazioni: www.amirproject.com