Home > Webzine > I libri? A Firenze arrivano nei condomini e a domicilio con "bibliociclo"
giovedì 21 novembre 2019

I libri? A Firenze arrivano nei condomini e a domicilio con "bibliociclo"

07-10-2019
I libri escono dalle classiche biblioteche per arrivare nei condomini, nei centri commerciali e nei luoghi di aggregazione. E per chi non può o non vuole spostarsi nascerà anche un servizio di ‘consegne’ a domicilio di libri tramite il ‘bibliociclo’. E’ il progetto “Biblioteca circolare. Il quartiere si legge” presentato dal Comune di Firenze, Servizio Biblioteche della Direzione Cultura, che partirà entro la fine dell’anno.

L’iniziativa ha vinto il bando “Biblioteca casa di quartiere” realizzato nell’ambito del Piano “Cultura Futuro Urbano” promosso dal Ministero per i Beni culturali per promuovere iniziative culturali nelle periferie. Il progetto, presentato in partenariato con l’Associazione di volontariato il Muretto, l’Associazione Novoli Bene Comune e la Cooperativa Edaservizi, ha ottenuto un finanziamento di 80.000 euro per la realizzazione di attività di promozione della lettura e per la valorizzazione del ruolo della biblioteca comunale Filippo Buonarroti come presidio culturale del quartiere 5, con particolare riferimento alla zona Novoli-Le Piagge.

Premiato dalla commissione del Ministero per il suo carattere innovativo, il progetto si basa sulla costruzione di un interscambio virtuoso tra pubblico, privato, volontariato e società civile, un investimento pensato per durare nel tempo e che valorizzerà anche il rapporto tra la biblioteca comunale e le realtà già presenti nel territorio.

A Le Piagge verrà realizzata una “Biblioteca diffusa”, gestita dalla comunità locale, attraverso la creazione di piccoli presidi di promozione della lettura nei condomini, nelle attività commerciali e nei luoghi di aggregazione con scaffali di libri gestiti dai residenti, un programma di attività di animazione, cineforum e la creazione di un circolo di lettura. Per diffondere la lettura nel quartiere verrà costruito un “bibliociclo” per il prestito a domicilio di libri, realizzato con tecniche di riuso. Sarà inoltre inaugurata una nuova sosta del Bibliobus, il servizio di biblioteca itinerante delle biblioteche comunali fiorentine. La sosta, insieme a quella già presente a Brozzi, sarà valorizzata da letture ad alta voce e animazioni rivolte a bambini e adulti.

A Novoli la biblioteca Filippo Buonarroti potenzierà la sua offerta di sportelli di consulenza digitale per fornire strumenti e competenze per risolvere problemi di vita quotidiana (ricerca di informazioni in rete o espletamento di pratiche online) e fornire elementi di cittadinanza digitale. Nel quartiere la lettura sarà diffusa negli esercizi commerciali e nei condomini con scaffali del libero scambio e prestito libri.

Un progetto – sottolinea l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi – che porta i libri laddove sono i cittadini andando a cercare chi magari è più disinteressato e difficilmente entrerebbe in una biblioteca. La lettura chiama lettura e anche i libri ‘diffusi’ certamente aiuteranno ad incentivarla e a trovare nuovi lettori”.

Il progetto prevede anche un laboratorio di narrazione autobiografica, la nascita di una Human library formata da “libri viventi” (esperienza che viene dalla Danimarca e che vede una persona raccontare la propria storia) e un’attività di “Biblio street art” con la realizzazione di un murale dedicato alla lettura. Spazio anche alla formazione con incontri e appuntamenti per animatori bibliotecari condominiali e di comunità diretti ai cittadini e ai volontari del quartiere.

Tutte le informazioni sulle attività e gli appuntamenti saranno pubblicate sul sito delle biblioteche www.biblioteche.comune.fi.it