Home > Webzine > "La Storia dell'arte e la critica militante", convegno su Enrico Crispolti alle Murate PAC
giovedì 29 ottobre 2020

"La Storia dell'arte e la critica militante", convegno su Enrico Crispolti alle Murate PAC

30-10-2019
Mercoledì 30 e giovedì 31 ottobre 2019, sono in programma due giornate di studio e approfondimento sull'eredità lasciata dall’insegnamento di Enrico Crispolti a cura dell’Università di Siena (Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali) e Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, in collaborazione con Archivio Crispolti.

Il convegno "La Storia dell'arte e la critica militante" si svolgerà in due città: a Firenze con Le Murate Progetti Arte Contemporanea in Piazza delle Murate nella sala Ketty La Rocca, giovedì 31 ottobre ore 14.30 – 19.30; a Siena nell'Università di Siena, Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali in aula 1 Sede dei Servi, mercoledì 30 ottobre ore 14.00 - 19.30 e giovedì 31 ottobre ore 9.00 - 12.00.

Nella sua articolazione, il Convegno si concentra sugli aspetti metodologici, didattici, di ricerca e sulle attività della Scuola di Specializzazione promosse da Crispolti, attraverso seminari con gli artisti, convegni, mostre, pubblicazioni e progetti di ricerca, nella volontà di restituire un'immagine ampia e articolata dell'impostazione sia metodologico-progettuale sia delle competenze proposte dalla Scuola. Al tempo stesso le giornate evidenziano le virtuose convergenze con gli altri insegnamenti inerenti all'arte contemporanea attivati dallo studioso nel corso della sua direzione.

La prima parte dei lavori, a Siena, vede tra i relatori sia docenti e assidui frequentatori, della Scuola, sia ex allievi oggi docenti universitari o professionisti impegnati in settori contigui, per i quali l'esperienza della Scuola ha rappresentato un momento formativo determinante sotto il profilo metodologico. In particolare, Marisa Dalai Emiliani interverrà in relazione alle numerose e strenue “battaglie” condotte con Enrico Crispolti per il riconoscimento delle Scuole di Specializzazione nelle riforme ministeriali.

La seconda parte dei lavori, a Firenze, sarà invece specificamente dedicato alle riflessioni metodologiche discusse da Enrico Crispolti in merito alla Storia e alla Critica d’arte oltre che alla pratica curatoriale e all'esercizio critico militante. Numerosi ex allievi oggi direttori o curatori di musei e centri d'arte o attivi come curatori indipendenti di progetti internazionali, si confronteranno sull'approccio critico e curatoriale nonché su alcune linee progettuali aperte da Crispolti ed ereditate dai professionisti da formati alla scuola di specializziazione.

Concluderà la giornata l'intervento di Linda Kaiser che proporrà insieme all'Archivio Crispolti la fondazione di un'Associazione di ex alunni della Scuola di Specializzazione dell'Università di Siena.

Il Convegno è sostenuto dal programma Toscana in Contemporanea2019 nell’ambito del progetto Città contemporanea comunità inclusiva.

Il programma:
mercoledì 30 ottobre 2019 ore 14-19.30 e giovedì 31 ottobre 2019 ore 9-12
Siena, Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali, Sede dei Servi, Aula 1
Enrico Crispolti a Siena: la vitalità di un metodo tra didattica e ricerca
a cura di Massimo Bignardi e Luca Quattrocchi, Università di Siena, Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali

mercoledì 30 ottobre, ore 14
Presentazione di Stefano Moscadelli, Direttore del Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali
Testimonianze di Roberto Venuti, Bernardina Sani, Marcello Aitiani, Mauro Berrettini

ore 15.00: I sessione, presiede Luca Quattrocchi
Marisa Dalai Emiliani, Università “La Sapienza” di Roma
Le Scuole di Specializzazione. Riforme, abolizioni, rinascite

Antonello Negri, Università Statale di Milano
La prospettiva "sociale" nelle lezioni di Siena

Franco Purini, Università “La Sapienza” di Roma
Una biblioteca in via Ripetta

Massimo Bignardi, Università di Siena
Ambiente come sociale

ore 17.30: II sessione, presiede Massimo Bignardi
Luca Quattrocchi, Università di Siena
Crispolti, la Scuola, le mostre: percorsi di democrazia

Sileno Salvagnini, Accademia di Belle Arti di Venezia
Enrico Crispolti. Questioni e metodi

Davide Lacagnina, Università di Siena
L'eloquenza della filologia: il catalogo ragionato fra militanza critica e rielaborazione storiografica

Raffaele Bedarida, The Cooper Union for the Advancement of Art and Science, New York
Imparare dagli artisti. Le logiche multiple di Corrado Cagli e il metodo Crispolti

Giovedì 31 ottobre, ore 9.00
Testimonianze di Roberto Barzanti, Charles Szymkowicz

Ore 9.30: III sessione, presiede Davide Lacagnina

Luca Lenzini, Biblioteca Umanistica dell’Università di Siena
Il fondo Crispolti della Biblioteca Umanistica

Anna Casalino, Carocci Editore, Roma
Oltre l'immagine: una Scuola per pensare, progettare, sperimentare "cultura"

Giovanni Bianchi, Università di Padova
Da Venezia a Siena alla ricerca di un maestro della contemporaneità

Anna Mazzanti, Politecnico di Milano
Enrico Crispolti e la partecipazione condivisa. Dalla Scuola alle attività extradidattiche

Giuseppe Di Natale, Università di Firenze
''Poetica dell'informale". Storia di una militanza, di un progetto e della ricerca di una propria identità

Giovedì 31 ottobre 2019 ore 14.30-19.30
Firenze, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea
La curatela come atto critico. Pratiche curatoriali e scelte di metodo dopo la formazione alla Scuola di Specializzazione di Siena
Introduce Valentina Gensini

Maria Fratelli, Case Museo e Progetti speciali, Comune di Milano
Il passato declinato al presente e coniugato al futuro

Cecilia Canziani, curatrice indipendente
Ripensare le pratiche curatoriali. La giusta misura

Andrea Bruciati, Villa Adriana e Villa d'Este, Tivoli
Varius, Multiplex, Multiformis

Valentina Gensini, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea Firenze
Museo come dispositivo, arte nello spazio pubblico, produzione: le pratiche artistiche e il rigore della committenza pubblica

Marco Tonelli, Palazzo Collicola, Spoleto
Storia dell'arte e museologia: decostruzioni, bricolage e effimero intrattenimento

Arabella Natalini, Museo degli Innocenti, Firenze
Tra arte pubblica, centri d'arte e musei: L'arte e il suo contesto come esercizio quotidiano

Luigia Lonardelli, MAXXI-Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma
Curatori, nonostante tutto

Manuela Pacella, curatrice indipendente
Vivacità di sguardo

Linda Kaiser, curatrice indipendente
Musei d'impresa. Identità e prospettive vent'anni dopo

Per maggiori informazioni: www.lemuratepac.it

JB