Home > Webzine > Incontro dedicato a Fosco Maraini e alla galassia di Andromeda all'Osservatorio del Chianti
sabato 24 ottobre 2020

Incontro dedicato a Fosco Maraini e alla galassia di Andromeda all'Osservatorio del Chianti

30-11-2019
Sabato 30 Novembre alle ore 21.30, all'Osservatorio polifunzionale del Chianti (Strada Provinciale Castellina in Chianti SP101 KM 9, 50021 Barberino Val d’Elsa FI, Km 9,25, Firenze) è protagonista la terza delle serate dedicate a Fosco Maraini e alla galassia di Andromeda.

Le iniziative prendono spunto da quello che Maraini scrisse nella sua autobiografia, "Case, amori, universi" (recentemente ripubblicata dalla casa editrice La nave di Teseo con una prefazione della figlia Dacia) a proposito di una sera del 1922 in cui un'anglo-becera, Lady Sybille, gli fece osservare al telescopio la "nebulosa" di Andromeda.
 
Fu così colpito da quello che vide da scrivere che quella fu una data cerniera della sua vita; da notare che allora non si sapeva esattamente cosa avesse davvero osservato. In effetti, nel 1920 nel Baird auditorium dello Smithsonian Museum of Natural History si era svolto quello che passò alla storia come il "Grande Dibattito", fra due famosi astronomi dell'epoca, Harlow Shapley e Heber Curtis, sulla natura e le dimensioni dell’Universo: una data chiave nella storia dell’astronomia.
 
Di lì a breve si capì che quella che era chiamata nebulosa era in realtà una galassia come la nostra, e le dimensioni dell’Universo presero ad espandersi in modo vertiginoso, con un salto concettuale non dissimile da quello che era avvenuto quando Galileo aveva per primo puntato il telescopio verso il cielo. Fosco Maraini, all'epoca dodicenne, ebbe quindi un’intuizione prodigiosa. In questa terza serata verrà fatto un breve ricordo di Fosco e delle circostanze della sua osservazione.
 
Si parlerà della galassia di Andromeda come la conosciamo oggi, facendo poi una osservazione con i telescopi della stessa, in particolare anche con uno strumento concettualmente simile a quello di Lady Sybille.

Evento gratuito senza necessità di prenotazione

Per maggiori informazioni: www.osservatoriochianti.it 

VSA