Home > Webzine > "Tu", presentazione del romanzo di Patricia Grace alla Biblioteca del Galluzzo
lunedì 26 ottobre 2020

"Tu", presentazione del romanzo di Patricia Grace alla Biblioteca del Galluzzo

05-12-2019
Una storia di guerra, ma anche di formazione, di riscatto civile, di incontro con l'umanità: giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 17.00, la Biblioteca del Galluzzo (Via Senese, 206) ospiterà la presentazione del romanzo "Tu" dell'autrice neozelandese maori Patricia Grace con Matteo Mazzoni, direttore dell’Istituto Storico della Resistenza e Antonella Sarti Evans, che ha tradotto libro.

Un racconto di fantasia, che però prende le mosse da un diario vero, quello del padre dell'autrice che combatté tra i volontari del 28° Battaglione Maori nella campagna d'Italia dal 1944 al 1945. L'incontro di tre fratelli nella stessa unità militare è narrato attraverso un flash back nel diario di uno dei tre, il più giovane, che permette alle giovani generazioni di avvicinarsi a realtà a loro sconosciute, compreso un segreto familiare attentamente custodito. Sullo sfondo, la barbarie di un conflitto che miete moltissime giovani vite, ma anche la difficoltà di un cammino di equiparazione sociale tra maori e pakeha, vale a dire i bianchi di origine britannica.

I libri di Patricia Grace sono scritti in un inglese trapuntato di parole e frasi maori significative e sono stati tradotti in Te Reo (lingua maori) e in numerose altre lingue. L'autrice è stata spesso in visita in Italia, ha partecipato ad un convegno di letteratura dell'Australasia (Università di Verona 2004) e a Fiere internazionali del Libro (Fiera del libro di Torino ecc). Partendo dalla vita quotidiana di piccole comunità, con i loro rapporti di "whanau" (famiglia estesa) e radici nel mito e nei rituali rivisitati, i libri di Patricia Grace proiettano l'identità maori con slancio e poesia in una realtà sempre più ampia, variegata ed internazionale.

Patricia Grace è una guerriera con le parole e con i fatti, nel 2014 ha vinto una battaglia legale contro il Ministero dei Trasporti neozelandese che esigeva l'esproprio di un lotto di terra maori ancestrale a Waikanae, ai fini della costruzione di un tratto della nuova autostrada sulla costa di Kapiti. La terra in questione, lasciatale in eredità attraverso cinque generazioni dal trisavolo e primissimo parlamentare maori Wiremu Parata Te Kakakura, è stata devoluta dalla scrittrice a riserva maori.

Per maggiori informazioni: https://cultura.comune.fi.it/