Home > Webzine > Leggere per non dimenticare: la follia e la saggezza nei libri di Eugenio Borgna alle Oblate
martedì 31 marzo 2020

Leggere per non dimenticare: la follia e la saggezza nei libri di Eugenio Borgna alle Oblate

19-02-2020

Mercoledì 19 febbraio 2020, alle ore 17.30, la Biblioteca delle Oblate di Firenze (via dell'Oriuolo, 26) per la rassegna "Leggere per non dimenticare" ospiterà due presentazioni di libri di Eugenio Borgna: "La follia che è anche in noi" (Einaudi, 2019); "Saggezza" (Il Mulino, 2019).

La follia che è anche in noi (Presenta: Michele Zappella)
La follia non è qualcosa di estraneo alla vita, ma una possibilità umana che è in noi, in ciascuno di noi, con le sue ombre e con le sue incandescenze emozionali. La tristezza e l'angoscia sono esperienze umane non estranee alla nostra esistenza.
La fenomenologia ha portato a considerare la psichiatria finalmente non solo come una scienza naturale, ma anche come una scienza umana, che nella cura delle interiorità ferite segue sentieri conoscitivi nutriti di gentilezza e di sensibilità, di etica e di umanità, sondando aree solo apparentemente estranee alla psichiatria, ma a questa vicine nel loro comune retroterra emozionale. Le emozioni ferite entrano a fare parte delle diverse forme di sofferenza psichica, e non solo di quelle depressive. Ma le emozioni accompagnano la nostra vita in ogni sua circostanza, si voglia o non si voglia, quando stiamo male e quando stiamo bene e non solo nelle condizioni di malessere, anche se non sempre ne siamo consapevoli. In questo libro Eugenio Borgna intesse le sue riflessioni su passato, presente e futuro della psichiatria con frammenti della sua vita «rapsodici e serpeggianti, nei quali sono confluite esperienze lontane e vicine nel tempo».

Saggezza (Presenta: Anna Benedetti)
Parola antiquata, astratta, scomparsa o quasi dal linguaggio della vita privata e, ciò che è ancora più grave nelle sue fatali conseguenze, dalla vita pubblica. E allora che cosa può significare oggi vivere in modo saggio? Non solo ascolto dell’intelligenza, razionalità nei giudizi e nel comportamento, ma anche capacità di scendere negli abissi della nostra interiorità, lì dove si intrecciano immagini e inclinazioni impensate, passioni ed emozioni.

Eugenio Borgna, psichiatra, è primario emerito di Psichiatria dell’Ospedale Maggiore di Novara. Tra i suoi libri recenti: per Einaudi, «Le parole che salvano» (2017), «La nostalgia ferita» (2018); per Feltrinelli, «Il tempo e la vita» (2016), «L’indicibile tenerezza. In cammino con Simone Weil» (2016) e «Le passioni fragili» (2017).

Per ulteriori informazioni: www.leggerepernondimenticare.it