Home > Webzine > Alla scoperta dei tesori artistici e architettonici toscani con Enjoy Firenze
lunedì 19 ottobre 2020

Alla scoperta dei tesori artistici e architettonici toscani con Enjoy Firenze

02-02-2020
Dai percorsi alla scoperta della storia dei Medici, tra intrighi amorosi, vicende politiche e commerciali, all’arte contemporanea racchiusa nella Collezione Casamonti, fino ai laboratori dell’Opificio delle Pietre Dure: ecco alcuni dei luoghi e degli itinerari del mese di febbraio 2020 firmati “Enjoy Firenze”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi curato da Cooperativa Archeologia.

Partenza domenica 2 febbraio con un doppio appuntamento dedicato ai palazzi simbolo di Firenze: Palazzo Pitti al mattino e Palazzo Vecchio nel pomeriggio. Quello di Palazzo Pitti, sarà un percorso di visita alla Galleria Palatina, alla scoperta della "quadreria" dei Granduchi, una collezione straordinaria di opere di Raffaello, Tiziano, Rosso Fiorentino, Frà Bartolomeo, Caravaggio, Rubens, e del “Tesoro dei Granduchi”, situato negli ambienti dell’Appartamento d’Estate dei Medici. Nel pomeriggio invece in programma una visita a Palazzo Vecchio, per ripercorrere 2000 anni di storia di Firenze, dagli scavi del teatro romano, ai livelli medievali, fino ai quartieri monumentali e alla storia di Piazza della Signoria.

Sabato 8 febbraio sarà la volta di un itinerario dedicato alla vera storia dell’ascesa della famiglia Medici e nello specifico del potere di Lorenzo il Magnifico che partirà dal così detto “Quartiere mediceo”, per parlare di San Lorenzo, una delle chiese più antiche della città, la cui ricostruzione agli inizi del ‘400 fu affidata da Giovanni di Bicci, capostipite della famiglia Medici, a Filippo Brunelleschi, che diresse il grande cantiere fino alla sua morte avvenuta nel 1446. All’interno del quartiere si trova anche Palazzo Medici, antica proprietà di famiglia, fatta costruire da Cosimo il Vecchio alla metà del XV secolo dal suo architetto di fiducia, Michelozzo; proseguimento verso Piazza Duomo per parlare dei rapporti dei potenti Medici con le famiglie rivali dei Pazzi, sfociati nella famosa congiura del 1478, soffermandosi davanti al loro Palazzo in Via del Proconsolo, e degli Albizi, il cui Palazzo omonimo si trova in Borgo Albizi.

In occasione di San Valentino, domenica 16 febbraio, è in programma una visita alla Villa Medicea di Poggio a Caiano, fatta edificare da Lorenzo de’ Medici su disegno di Giuliano da San Gallo. Essa infatti fu teatro di importanti avvenimenti legati alle relazioni sentimentali della famiglia Medici, teatro della tragica fine dell’amore tra Francesco I e Bianca Cappello, sua storica amante e poi sposa, l’una a un giorno di distanza dall’altro, per febbre terzana, anche se la tradizione orale tramandò la diceria che fossero entrambi morti per avvelenamento.

Domenica 23 febbraio, un itinerario per percorrere cent’anni d’arte contemporanea, raccolta nella straordinaria Collezione Casamonti, che si è ora arricchita di opere dagli anni Sessanta ad oggi. Fino ad ora la raccolta di Roberto Casamonti, fondatore e direttore della galleria Tornabuoni Art, aperta al pubblico da marzo 2018, presentava solo una sezione dell’immensa collezione, che comprende sculture e dipinti di artisti come Picasso, Max Ernst, Andy Warhol, Giorgio de Chirico, Lucio Fontana, Alberto Burri. L'esposizione è in continua evoluzione. Sarà infatti finalmente possibile ammirare i maggiori rappresentanti dell’Arte Povera, di Fluxus, del Noveau Réalisme, insieme alla Land Art, fino alle opere di artisti viventi come Marina Abramovich e Bill Viola.

Sabato 29 febbraio, apertura straordinaria dei Laboratori di Restauro dell’Opificio delle Pietre Dure alla Fortezza da Basso, centro all'avanguardia nel mondo del restauro, in cui trovano sintesi tradizione e modernità tecnologica, rappresenta un’eccellenza nel panorama italiano per l’alta professionalità degli esperti che operano quotidianamente nei suoi laboratori. I Laboratori della Fortezza, che ricevettero grosso impulso all'attività in seguito alla tragica alluvione del ’66, quando molte opere d'arte ebbero necessità di importanti restauri, ne sono tuttora la sede più ampia: qui sono stati restaurati capolavori come la Croce dipinta di Cimabue, proveniente da Santa Croce, i Crocifissi di Giotto e negli ultimi anni l’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci, ora ricollocata agli Uffizi.

Ad arricchire il cartellone degli appuntamenti di febbraio due visite guidate al Museo delle Navi Antiche di Pisa. Un itinerario diventato ormai un must nel calendario degli appuntamenti mensili proposti da Enjoy. Sabato 15 gennaio (ore 11) e sabato 22 febbraio (ore 15) sarà possibile visitare la nuova e straordinaria esposizione delle Navi Antiche di Pisa presso gli Arsenali Medicei. Un museo unico al mondo nel quale poter ammirare le trenta imbarcazioni di epoca romana emerse durante i lavori di ampliamento della Stazione di Pisa S. Rossore nel 1998, molte con ancora il loro carico a bordo. Gli archeologi di Cooperativa Archeologia, scavando per quasi vent’anni, hanno dissotterrato un tesoro inestimabile. Oggi grazie ai complessi e sperimentali interventi di restauro e conservazione è possibile ammirare una flotta di navi perfettamente integre e antiche di 2000 anni.

Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it 

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it