Home > Webzine > Black History Month: Pamela Z in concerto alla Sala Vanni di Firenze
sabato 06 giugno 2020

Black History Month: Pamela Z in concerto alla Sala Vanni di Firenze

28-02-2020
Una compositrice, performer e media artist, che nei suoi live combina una vasta gamma di tecniche vocali e si avvale di processi elettronici, samples, controlli MIDI attivati dai gesti e video, rendendola un’artista tra le più interdisciplinari. Venerdì 28 febbraio 2020, alle ore 21.15, Pamela Z sarà protagonista del concerto tra sound design e processi elettronici per il nuovo appuntamento della XXVIII edizione di “Tradizione in Movimento” promossa da Musicus Concentus sul palco della Sala Vanni di Firenze (piazza del Carmine) e in occasione del Black History Month Florence.

Nel corso degli anni si è esibita in tutti gli Stati Uniti e gran parte dell’Europa e del Giappone ed i suoi lavori sono stati presentati in manifestazioni di alto valore come il Japan Interlink Festival, Bang on a Can di New York, la Biennale di Venezia e la Biennale di Dakar. Ha ricevuto vari premi e nomination, tra i quali il Rome Prize, una borsa al Guggenheim, il premio Doris Duke Artist Impact, una residenza alla Fondazione Robert Rauschenberg ed una menzione d’onore dal prestigioso Ars Electronica.

Tradizione in Movimento” ogni anno sancisce la volontà di raccogliere in una sola grande rassegna il jazz come il rock, il folk come l’elettronica, in un percorso che della commistione dei generi fa la sua forza più grande, stavolta propone il live di un eccezionale compositore e polistrumentista, nonché costruttore di macchine sonore.

Posto unico numerato: 13€+dp QUA // 20€ la sera dell'evento
Biglietti su Circuito Box Office Toscana e TicketOne.
Riduzione 20% alla porta per soci Arci, soci Coop e under 25
Apertura biglietteria ore 20.45 - Apertura porte ore 21.00

Parcheggio più vicino: Oltrarno, Piazza della Calza (con uscita su Piazza Tasso, a 5 minuti a piedi dalla Sala Vanni)

Le attività di Musicus Concentus sono realizzate con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana, del Comune di Firenze e della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

Per ulteriori informazioni: www.musicusconcentus.com