Home > Webzine > L'Eredità delle Donne: "Mappe", 15 incontri in streaming per le novità editoriali del 2020
martedì 20 ottobre 2020

L'Eredità delle Donne: "Mappe", 15 incontri in streaming per le novità editoriali del 2020

03-09-2020

Si chiama "Mappe" il viaggio alla scoperta delle novità editoriali di quest'anno, una stimolante anteprima alla terza edizione de L'Eredità delle Donne, diretto da Serena Dandini, che si terrà dal 23 al 25 ottobre a Firenze. Il festival è un progetto di Elastica e di Fondazione CR Firenze con il supporto di Gucci e il patrocinio del Comune di Firenze. Questa anteprima letteraria è una successione di 15 incontri live, in streaming, a partire da giovedi 3 settembre fino al 22 ottobre, tutti i martedì e i giovedì, alle ore 18, che sono trasmessi sulla pagina facebook “L'Eredità delle Donne” (@ereditadelledonne) e su quella de La Nazione, media partner di questa anteprima letteraria.

Dopo il successo del “Caffè letterario” della scorsa edizione è stato così deciso di promuovere nuovamente le presentazioni di libri con le grandi scrittrici italiane che propongono le novità editoriali dell’anno: quindici appuntamenti per scoprire opere di narrativa, saggistica, letteratura per ragazzi aspettando il festival, attraverso un viaggio letterario nel panorama nazionale. Anche l’anteprima proposta da “Mappe” vuole rafforzare l’obiettivo del festival: dare voce alle donne e al loro punto di vista, nel tentativo di tracciare soluzioni per il futuro attraverso il ruolo da protagoniste che le donne hanno avuto e avranno nel progresso dell’umanità su tutti i fronti del sapere.

Il programma degli incontri virtuali inaugura giovedì 3 settembre con Vittoria Baruffaldi e il libro “C’era una volta l’amore. Brevi lezioni per innamorarsi con filosofia” (Einaudi) e prosegue martedì 8 settembre con Anna Folli e “La casa dalle finestre sempre accese. Una storia del '900” (Neri Pozza). Giovedì 10 settembre protagonista Yuri Gordon Sterrore con la presentazione di “Lezioni d’amore” (Rizzoli) e martedì 15, l’autrice Maria Teresa Cometto presenta “La Marchesa Colombi. Vita, romanzi e passioni della prima giornalista del Corriere della Sera” (Solferino). A settembre altri quattro appuntamenti: l’autrice Daniela Delle Foglie incontra il pubblico “virtuale” (il 17) parlando de “L’amore va nell’umido? Raccolta differenziata dei miei disastri sentimentali” (Mondadori) e la giornalista Viviana Mazza, martedì 22 settembre, con il libro “La ragazza che imparò a volare. Storia di Simone Biles” (Mondadori Ragazzi). Chiudono il mese di settembre (il 24 e il 29) le autrici Francesca Rigotti con “Buio” (Il Mulino) e Adriana Bonifacino con “Le donne mi chiedono. Il tumore del seno: le conoscenze, la consapevolezza, la cura di sé che aiutano a prevenirlo e combatterlo” (Sperling & Kupfer).

Si riparte il 1° ottobre con Valeria Parrella e “Quel tipo di Donna” (Harper Collins) e Sara Fruner con la presentazione (6/10) de “L’istante largo” (Bollati Boringhieri). Il programma prosegue con Paola Mastrocola, “Diario di una talpa” edito da La Nave di Teseo (8/10); Silvia Zanella con “Il futuro del lavoro è femmina. Come lavoreremo domani” edito da Bompiani (13/10) e Laura Imai Messina con “Tōkyō tutto l’anno. Viaggio sentimentale nella grande metropoli” (Einaudi) il 15 ottobre. Il viaggio letterario arriva alle date del festival con Lidia Matticchio Bastianich e “Il mio sogno americano. Una vita d’amore, famiglia e cucina” (Solferino) martedì 20 ottobre e Valeria Termini con “Energia. La grande trasformazione” il 22 ottobre edito da Laterza.

Questa edizione del festival si svolge alla Manifattura Tabacchi, partner del festival, su un doppio binario: dal vivo, su prenotazione, e in digitale, per rendere la manifestazione fruibile a tutti.

Il festival L’Eredità delle Donne nasce nel nome di una fiorentina illustre: l’Elettrice Palatina ovvero Anna Maria Luisa de’ Medici, musa ispiratrice dell’iniziativa, l’ultima discendente della famiglia Medici che, alla morte del fratello (1737), vincolò allo Stato toscano la amplissima collezione artistica appartenuta alla famiglia, divenendo di fatto la Madre della Cultura Italiana ed europea ante litteram.

Per maggiori informazioni: www.ereditadelledonne.eu