Home > Webzine > Liberazione: le storie di Villa Triste
domenica 17 novembre 2019

Liberazione: le storie di Villa Triste

24-04-2007
Un lavoro teatrale per narrare i lunghi mesi nei quali i fiorentini lottarono contro tedeschi e repubblichini. Andrà in scena mercoledì 25 aprile, ore 21, al Teatro 13 di via Nicolodi 2, “Storie di Villa Triste”, uno spettacolo della Compagnia Teatri d’Imbarco scritto e diretto da Nicola Zavagli ed interpretato da Beatrice Visibelli e Giovanni Esposito. Raccontare Villa Triste significa entrare in una delle stanze più buie della nostra storia, ma anche conservare la memoria di chi si è battuto per una società più libera e democratica. Villa Triste è il soprannome di un palazzo situato allora in Via Bolognese 69 a Firenze, sede di una sezione della polizia politica tedesca e di un reparto della milizia repubblichina, la 92° legione della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale, nel periodo settembre 1943-agosto 1944. I tedeschi concessero ai fascisti l'uso dei piani inferiori e degli scantinati del caseggiato, dove il comandante Mario Carità organizzò il Reparto Servizi Speciali, corpo in cui confluirono criminali di tutti i tipi in cambio di una sorta di amnistia e personaggi dalla salute mentale discutibile. I locali occupati dagli uomini di Carità, che si erano organizzati in bande chiamate significativamente la "squadra degli assassini", la "squadra della labbrata" e i "quattro santi" videro nei mesi successivi atti efferati e torture di tutti i tipi: tra le vittime dei torturatori si ricordano Bruno Fanciullacci e la giovanissima Anna Maria Enriques Agnoletti (1907-1944, fucilata a Cercina dalle SS). Pare che tra i partecipanti ai sadici interrogatori ci fossero persino religiosi, tra cui un frate benedettino, Padre Ildefonso (al secolo Alfredo Epaminonda Troia), che si dilettava a suonare canzonette napoletane al pianoforte durante le torture. La Compagnia Teatri d’Imbarco è nata nel 2003 dalla volontà di formalizzare il lungo sodalizio artistico e professionale tra Nicola Zavagli, drammaturgo, sceneggiatore e regista, e l’attrice Beatrice Visibelli. Ingresso gratuito ma con invito da ritirare presso Villa Arrivabene, piazza Alberti 1a. Info, 055 2767828. Sulla storia di Villa Triste maggiori informazioni le trovate sul sito www.resistenzatoscana.it