Città di Firenze
Home > Webzine > A.Gi.Mus Firenze: "Più che creatura" con Bastida e Dami alla Pieve di Santo Stefano in Pane
venerdì 12 luglio 2024

A.Gi.Mus Firenze: "Più che creatura" con Bastida e Dami alla Pieve di Santo Stefano in Pane

07-09-2021
Tornano i concerti del Festival InCanto d'Estate, la rassegna di concerti estivi di A.Gi.Mus Firenze parte dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze, realizzata in collaborazione con il Quartiere 5 del Comune di Firenze. Martedì 7 settembre 2021, ore 21.00, presso la Pieve di Santo Stefano in Pane (via delle Panche, 32), Lorenzo Bastida alla voce recitante e Volfango Dami al violoncello portano in scena “Più che creatura”, commento e recitazione integrale del Canto XXXIII del Paradiso di Dante. La recitazione sarà accompagnata, ritmata, punteggiata dalle improvvisazioni al violoncello di Dami.

I concerti A.Gi.Mus. di InCanto d’Estate proseguiranno con quattro appuntamenti ogni martedì sera di settembre. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti ed è necessaria la prenotazione. Per prenotare, si può inviare un’e-mail ad agimus.firenze@agimus.it  o un sms/messaggio whatsapp al 3496525114/ 3389841799.

Tra gli eventi A.Gi.Mus. della settimana, giovedì 9 settembre alle ore 21.00 l’associazione sarà protagonista di un’incursione musicale al Centro Commerciale Naturale di Via Maddalena, sempre in collaborazione con il Quartiere 5, ad ingresso libero. Si esibiranno in concerto Jack & The Delivery Men, trio formato da Iacopo Carcasci a voce e armonica, Alessandro Fattorini a chitarra e voce e Eleonora Comemipare a percussioni e voce, freschi della pubblicazione del loro album The Long Trip of Mr. Toad per l’etichetta Il Popolo del Blues.

Lorenzo Bastida (Milano, 1973): Poeta, docente di lingua e letteratura italiana e francese, membro della Società Dantesca Italiana. Tiene dal 2013, su istigazione dell'amico e inarrivabile maestro Vittorio Sermonti, letture pubbliche della Divina Commedia, precedute da un commento di taglio divulgativo, ma non troppo. Ha pubblicato studi su Francesco d'Assisi, Cavalcanti, Dante, Montaigne, Apollinaire, Primo Levi. Ha tenuto letture e conferenze dantesche in Italia, Francia, Svizzera, Germania.

Volfango Dami si diploma in violoncello al Conservatorio di Firenze col Maestro Pietro Grossi. Ancor prima di diplomarsi viene chiamato a suonare presso l'orchestra del Teatro del Maggio Musicale di Firenze. Successivamente si perfeziona in violoncello e Musica da Camera a Portogruaro col Maestro Alain Menier, e a Firenze col Maestro Roger Low. Suona con vari complessi da camera con i quali vince numerosi concorsi tra i quali il Rovere d'Oro di Rovereto.
Dal 1988 al 1992 suona presso l'orchestra Sinfonica della Rai di Torino.
E' stato direttore Artistico di Festival musicali, quali Valenzano Simphony, Teatro studio di Scandicci, Open City e Ascolti Jazz.
Dal 2000 è anche direttore d'Orchestra, diplomandosi in Musica Sinfonica a S. Marino col Maestro Gheorghi Dimitrov, a Mosca con il Maestro Vladimir Ponkim e in Musica d'Opera all'Accademia musicale di Bologna, con Maestro Corrado De Sessa. Ha diretto numerose orchestre tra le quali la Cantelli di Milano, la Mussinelli di La Spezia, La Kuban Orchestra di Krasnodar (Russia) l'orchestre di stato Bulgare di Plovdiv e Shumenn.
Attualmente è direttore stabile e direttore Artistico dell'Orchestra Gams di Firenze. Alterna la sua carriera sia come Direttore di Orchestra che come Violoncellista. Negli ultimi anni si è sempre più specializzato nella tecnica della improvvisazione violoncellistica. Infatti sta collaborando con registi, attori e poeti per realizzare performance basate sul dialogo artistico fra parola e suono.

Per maggiori informazioni: www.agimusfirenze.it