Home > Webzine > "Vertigine" di Marison Ray in mostra all'Accademia delle Arti del Disegno di Firenze
domenica 02 ottobre 2022

"Vertigine" di Marison Ray in mostra all'Accademia delle Arti del Disegno di Firenze

01-04-2022
Un progetto artistico che nasce dall'attrazione che Il Giudizio Universale di Michelangelo ha esercitato sul pubblico e in particolare sugli artisti per quasi cinque secoli: dal 1 aprile al 29 maggio 2022 "Vertigine" di Marison Ray sarà in mostra all'Accademia delle Arti del Disegno di Firenze (Via Ricasoli, 68 - angolo Piazza San Marco).

Nella grande tela dipinta si possono osservare simbolismi come testimonianza e denuncia della situazione attuale, di gravi e diffusi problemi sociali e ambientali.

“L’artista – spiega Alessandro Vezzosi, curatore della mostra e uno dei maggiori studiosi al mondo di Leonardo da Vinci – evidenzia il desiderio di sperimentare invenzioni e fascinazioni inconsce, lungo la traiettoria della percezione e attraverso gorghi e viluppi di cromie, in anatomie e prospettive sconvolte; intende scoprire le possibilità dell’ascendere e dello sprofondare: vertigini delle nostre paure ed esaltazioni”.

Il dipinto sarà collocato con un sistema sofisticato, studiato appositamente, nella sede espositiva dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, la più antica al mondo, a pochi passi da Piazza della Signoria e si potrà ammirare attraverso un’esperienza immersiva scenografica.

“Per l'Accademia delle Arti del Disegno – dichiara Cristina Acidini, Presidente dell'Accademia delle Arti del Disegno – ospitare nella sede espositiva di via Ricasoli quest'opera inedita, con i bozzetti preparatori che l'accompagnano, è anche un'occasione preziosa per tornare a proporre l'attualità dell'arte di Michelangelo Buonarroti, che ha fatto qui da innesco all'ispirazione di un'artista come Ray, un'autentica protagonista della creatività contemporanea”.

La mostra, coordinata da Claudio Guida, è realizzata con il supporto tecnico e la collaborazione di CPA Service Torino.

Ingresso libero.

Per maggiori informazioni: www.aadfi.it