Città di Firenze
Home > Webzine > Gamo International Festival al MAD Murate Art District di Firenze
mercoledì 24 luglio 2024

Gamo International Festival al MAD Murate Art District di Firenze

26-11-2022

Torna al MAD Murate Art District di Firenze dal 26 novembre al 17 dicembre GIF Gamo International Festival, il festival organizzato da GAMO Gruppo Aperto Musica Oggi e giunto alla 43esima edizione. La manifestazione, organizzata in collaborazione con MAD, prevede 5 appuntamenti: il 26 novembre si terrà “Cavallo Marchese”, nuova produzione su musiche di Nicola Sani interpretata dai solisti del Gamo Ensamble, il 3 dicembre “Canti. Un confronto possibile fra Lewis Carroll e Christian Morgenstern attraverso la musica di Sofia Gubaidulina e Mauro Montalbetti” con il Gamo Ensamble diretto da Francesco Gesualdi. Il 10 dicembre “Odi di Levante. Florilegio aperto di musica oggi”, il 15 il recital pianisitico “Linguaggi del primo Novecento attraverso i continenti” e infine il 17 dicembre Chamber music”, in collaborazione con Festival Virtuoso&Belcanto.

Il primo concerto in programma – fissato il 26 novembre alle 21 - dal titolo Cavallo Marchese sarà interamente dedicato alla musica del compositore italiano Nicola Sani e alla sua musica elettronica messa in relazione con strumenti acustici dal vivo. In programma, di Sani, i brani per flauto ed elettronica, clarinetto basso ed elettronica, fagotto ed elettronica (in prima esecuzione assoluta), fisarmonica ed elettronica.  Gli interpreti saranno i musicisti per cui i brani sono stati scritti, personalità di rilievo sul panorama musicale d'oggi: Roberto Fabbriciani (flauto), Roberta Gottardi (clarinetto), Paolo Carlini (fagotto), Francesco Gesualdi (fisarmonica). Il programma del concerto prevederà anche la prima esecuzione assoluta di un nuovo brano scritto da Nicola Sani per GAMO, dal titolo Cavallo Marchese, per trio di fiati e fisarmonica, da cui il titolo di tutto il concerto. Il concerto registrerà pure la straordianria presenza di Alvise Vidolin al live electronics e regia del suono, così del noto oboista Christian Schmitt, che eseguirà il pezzo per oboe solo che Sani ha scritto per lui.

I Galgenlieder, in italiano Canti della forca, sono un ciclo di poesie stravaganti, condite di sarcasmo e humor nero, dello scrittore tedesco Christian Morgensen, vissuto a cavallo del Novecento. Un autore molto influenzato e ispirato dal cabaret, dalle riviste popolari, così come dal filosofo Friederic Nietzsche e dal misticismo antroposofico di Rudolf Steiner. La compositrice Sofia Gubaidulina offre di queste poesie di Morgenstern una sua personalissima interpretazione musicale che verranno eseguite dal Gamo Ensemble - diretto da Francesco Gesualdi in occasione del concerto del 3 novembre alle 21. Il programma del concerto dedicato ai Galgenlieder sarà completato con una nuova composizione di Mauro Montalbetti, ispirata al celebre libro Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie, di Lewis Carroll, scritta per il Gamo Ensemble, che sarà eseguita in prima esecuzione assoluta.

Il concerto del 10 dicembre alle 21, come indica il titolo stesso, vuole essere un florilegio di musiche di autori vari della musica d'oggi sapientemente selezionate dalla direzione GAMO per il programma della serata che sarà interamente realizzato dal GAMO Ensemble. Un programma con tre prime esecuzioni assolute, una del compositore italiano Andrea Talmelli che ha scritto per GAMO una nuova composizione per chitarra concertante (Vincenzo Saldarelli) e ensemble; un'altra del compositore inglese RIchard Causton per flauto e saxofono, strumento quest'ultimo in questa occasione impersonato dal grande saxofonista Mario Marzi che in questa occasione suonerà in Duo con la flautista del GAMO Ensemble Sara Minelli; e una terza prima assoluta del giovane compositore marchigiano Danilo Comitini, vincitore del Premio

di composizione Due agosto. Completeranno il programma del concerto le musiche della compositrice fiorentina Cristina Papi, del compositore milanese Gabriele Manca, del compositore romano Fausto Sebastiani e del compositore pugliese Valerio Sannicandro, del quale sarà eseguito un celebre brano per sei strumenti, il cui titolo Odi di levante sarà il titolo dell'intero concerto.

L’appuntamento del 15 dicembre (sempre alle ore 21) con il recital pianistico di Alice Michahelles, sarà caratterizzato da un excursus delle esperienze musicali maturate nel primo Novecento, che hanno attraversato vari continenti. Si potrà ascoltare Tango e Piano-rag-music di Stravinsky, l'op.24 dell'italiano Alfredo Casella, la musica del georgiano Otar Taktakishvili e la celebre Rapsody in blue di Gershwin. Alice Michahelles è una pianista che ha suonato in tutto il mondo, nelle Americhe e nei paesi dell'ex Unione Sovietica, nel Medio Oriente e in Europa.

Infine, il concerto del 17 dicembre sarà realizzato in collaborazione con il Festival Virtuoso&Belcanto di Lucca. Protagonista un giovanissimo Trio violino violoncello e pianoforte - Trio Eidos - composto da Ivos Margoni, Stefano Bruno, Giulia Loperfido, tre giovani che si sono distinti nel Festival di perfezionamento estivo Virtuoso&Belcanto (con cui il GAMO ha collaborato nella produzione di questo concerto) - studiando con nomi come Bruno Giuranna, Adrian Brendel - e sono stati selezionati ed inseriti nel cartellone della Stagione GAMO 2022. Il Trio eseguirà i celebri Trii op.49 di Mendelssohn e op.8 di Šostakóvič e due nuove composizioni in prima esecuzione assoluta di due compositori del territorio fiorentino, Francesco Sottile e Davide Sensi.

GAMO (Gruppo Aperto Musica Oggi) è una delle più antiche e illustri istituzioni italiane dedicate alla musica contemporanea. E’ stato fondato nel 1980, a Firenze, da Giancarlo Cardini, Liliana Poli, Vincenzo Saldarelli, Albert Mayr e Massimo De Bernart. Svolge le sue attività nella città dove è stato fondato, a Firenze, organizzando stagioni concertistiche, festival, corsi di perfezionamento e seminari, conferenze. Pressoché tutti i più noti compositori della musica contemporanea hanno collaborato con il gruppo GAMO, tra i quali ricordiamo Petrassi, Cage, Grossi, Chiari, Gaslini, Donatoni, Castiglioni, Pennisi, Clementi Ferneyhough, De Pablo, Clementi, Bussotti, Benvenuti, Gentilucci, Giani-Luporini, De Angelis, Pezzati, Ferneyhough, Lachenmann, Sciarrino, Luca Lombardi, Mayr, Daniele Lombardi, Solbiati, Hosokawa, Sotelo. Tutti compositori dei quali il GAMO ha eseguiito molte prime mondiali. Un evento organizzato dal GAMO che non si può non definire storico è la venuta di John Cage a Firenze in occasione di un concerto a lui dedicato nel Giugno 1992. Nella sala del Buonumore del Conservatorio Cherubini gremita fino all’inverosimile, Cage incontrò il pubblico, e fu intervistato prima del concerto dal musicologo Michele Porzio. Nelle sue stagioni il GAMO ha collaborato con i più importanti concertisti della scena musicale internazionale e con Ensemble di primo piano: Giorgio Gaslini, Liliana Poli, Alda Caiello, Stefano Scodanibbio, Roberto Fabbriciani, Ciro Scarponi, Giancarlo Cardini, Bruno Canino, Emanuele Arciuli, Gregorio Nardi, Steffen Schleiermacher, Massimiliano Damerini, Arsludi Ensemble, Sigmaproject Ensemble, Paolo Carlini, Quartetto Klimt, Francesco Gesualdi, Sentieri Selvaggi, Francesco Dillon, Pietro Grossi, e con importanti istituzioni dedite alla musica elettronica come Tempo Reale, ZKM di Karlsruhe ed Experimentalstudio di Friburgo. Tra le incisioni storiche del GAMO Ensemble si ricordano le monografie dedicate ad Aldo Clementi, Daniele Lombardi e John Cage. Oggi l’ensemble è diretto e curato da Francesco Gesualdi.

Biglietto unico 5€

Prenotazioni a segreteria@gamo.it