Home > Webzine > “Occhi di Scena” fotografano San Miniato
martedì 12 novembre 2019

“Occhi di Scena” fotografano San Miniato

08-11-2007
Tre mostre fotografiche si incontrano: una sul teatro in carcere, una sulle foto di Archimede Castellani e una su Ermete Zacconi fotografato da Mario Nunes Vais. Sono gli incontri sulla fotografia di spettacolo presentati dal Centro per la Fotografia dello Spettacolo e dal Comune di San Miniato, in mostra dal 10 novembre al 16 dicembre all’Accademia degli Euteleti con il titolo “Occhi di Scena”. L'iniziativa è giunta alla sua 4° edizione grazie al patrocinio della Regione Toscana, del Comune di San Miniato, delle Università di Pisa e Siena e al contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Cassa di Risparmio di San Miniato. Il comune pisano conferma la sua tradizionale attenzione per il teatro e lo spettacolo proponendo con questa rassegna un confronto tra studiosi e ricercatori di diverse discipline sui molteplici rapporti e le contaminazioni tra fotografia e arti sceniche, nei suoi aspetti storici, critico-analitici, archivistici e teorici. L'evento centrale del progetto è una giornata di studi unita ad un concorso di fotografia dello spettacolo con relativa esposizione delle opere vincitrici. Il Centro per la Fotografia dello Spettacolo, che opera già da molti anni, ha come finalità la valorizzazione della fotografia dello spettacolo nella sua specificità linguistica ed espressiva, e svolge le sue attività negli ambiti della formazione, promozione, archiviazione e ricerca, cercando di promuovere il recupero e lo studio di documenti del passato e di creare un archivio aperto per le immaini del presente e del futuro. Sotto la direzione artistica di Massimo Agus e Cosimo Chiarelli, sabato 10 novembre a partire dalle 18.00 saranno inaugurate le mostre fotografiche che compongono il programma di “Occhi di Scena 2007”: “La scena reclusa. Momenti ed immagini del teatro in carcere”, una mostra sugli scatti di cinque fotografi e su alcune esperienze di teatro nelle carceri italiane; alcuni materiali fotografici inediti sul trasformista dell'ottocento Archimede Castellani provenienti dalla biblioteca Labronica di Livorno; e infine i ritratti di Ermete Zacconi, uno dei massimi interpreti del teatro italiano tra Ottocento e Novecento, qui fotografato da Mario Nunes Vais. Nella stessa giornata si svolgerà il concorso che premierà i vincitori dedicando una specifica mostra allestita presso la Fondazione del Campana Guazzesi di San Miniato. Per maggiori informazioni visitare il sito: www.centrofotografiaspettacolo.it

di Alessia Vidili