Città di Firenze
Home > Webzine > Musart: "Ritratti senza posa" di Antonio Viscido all'Istituto Geografico Militare di Firenze
mercoledì 24 luglio 2024

Musart: "Ritratti senza posa" di Antonio Viscido all'Istituto Geografico Militare di Firenze

14-07-2023
Da Bruce Springsteen a Leonard Cohen, da Morrissey a The Who, passando per Brunori, Piero Pelù, Jovanotti, The Zen Circus. Artisti e band che il fotografo Antonio Viscido ha immortalato… senza posa. “Because the Night - Ritratti senza posa” è la mostra fotografica in programma da venerdì 14 a martedì 25 luglio 2023 all’Ex Tipografia dell’Istituto Geografico Militare di Firenze (via Cesare Battisti 12, adiacente a piazza Santissima Annunziata – ingresso libero), nell’ambito del Musart Festival 2023. Inaugurazione venerdì 14 luglio 2023 alle ore 17 alla presenza dell’autore. La colonna sonora del vernissage è affidata a Titta Nesti, a seguire buffet.

Il titolo della mostra ha un doppio significato – spiega Antonio Viscido - ossia scattare fotografie "senza posa", senza chiedere al soggetto di acquisire un atteggiamento particolare. Allo stesso tempo “senza posa” rimanda alla mia attività di fotografo: sempre sotto un palco, senza smettere di cercare quello sguardo particolare e provare a fermarlo”.

Allestita negli spazi industrial style dell’Ex Tipografia dell’Istituto Geografico Militare, “Ritratti senza posa” presenta oltre 50 scatti d’autore, in gran parte in bianco e nero, in cui rivivono gli ultimi dieci anni di musica: dieci anni di ritratti, dieci anni di piccole e grandi emozioni da raccontare.
Una ricerca emotiva per raccontare la musica e gli artisti (ma non solo loro), in maniera profonda, un’esplorazione di un mondo che da sempre ha affascinato Antonio, sin da quando era bambino. Un mondo di ritratti con uno stile “sporco e cattivo”, che racconta musicisti italiani e internazionali, dai cosiddetti artisti “di nicchia”, della scena indipendente, ai grandi nomi del pop/rock mondiale mainstream: da Lucio Corsi a Leonard Cohen, da un esordiente Brunori a un instancabile Bruce Springsteen, passando per Max Gazzè, Jovanotti, Paolo Benvegnù, The Zen Circus, Piero Pelù, Afterhours, The Who, Iggy Pop, Robert Smith, Steve Hackett, Morrissey, David Crosby, Stewart Copeland, Noel Gallagher e tanti altri.

Si potrà visitare la mostra tutti i giorni dalle ore 17 alle 19, ingresso libero (chiuso domenica 16 e sabato 22 luglio). Per gli spettatori degli spettacoli serali di Musart Festival, la mostra è aperta dalle 20 alle 21 con ingresso libero e riservato.
La sesta edizione della mostra “Because the night” offre un nuovo tassello per la ricostruzione di una memoria collettiva della città che, grazie ai numerosi spettacoli realizzati nel corso degli anni, è diventata una delle piazze più interessanti per qualità e varietà di proposte.

Appassionato sin da piccolo di musica, Antonio Viscido si è ritrovato nei sottopalchi di centinaia di concerti come fotografo professionista quasi per caso. Prima ai piccoli concerti di amici e gruppi della scena indipendente fiorentina e toscana, piccoli club, fino agli eventi più importanti a livello nazionale in grandi arene, palasport e stadi. La cosa che non è mai cambiata è il suo modo di guardare gli artisti sul palco: può essere la più importante rock star o la band che calca le tavole del palco per la prima volta, per lui sono la stessa cosa e cerca di scoprirne, mentre si esibiscono, la loro essenza. Autodidatta, è cresciuto “fotograficamente” guardando le foto di Armando Gallo, fotografo dei Genesis, Guido Harari tra gli italiani e le opere di Kevin Cummins e Anton Corbijn, che con i loro bianchi e neri hanno raccontato la storia della musica inglese dalla fine degli anni ’70 in poi. Dopo un paio d’anni di gavetta “amatoriale”, nel 2010 grazie a una foto dei Baby Blue, è diventato fotografo di Rolling Stone Italia per la Toscana. Dopo alcuni anni di collaborazione è passato nella squadra di Classic Rock Italia, con i quali tuttora collabora.
Oltre alla fotografia musicale Antonio si occupa di reportage nel mondo dell’arte, eventi sociali, politici e culturali, e di ritrattistica, sempre con un approccio più emotivo che tecnico.

MUSART FESTIVAL 2023 abbina grandi nomi dello spettacolo al fascino secolare di Firenze. Dal 15 al 26 luglio, sul palco principale di piazza della Santissima Annunziata, in arrivo Roberto Bolle, Venditti & De Gregori, David Garrett, Marco Masini, Drusilla Foer, Paolo Conte, il Galà Callas 100, Madame, Stewart Copeland & Orchestra Toscana.
A piazza della Santissima Annunziata si aggiungono spazi adiacenti ricchi di storia e altri spettacoli da non perdere, anche fuori città. Prima degli spettacoli si possono visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti a piazza della Santissima Annunziata.

I biglietti sono disponibili online sul sito ufficiale www.musartfestival.it  (info tel. 055.667566) e nei punti Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita. Tutti gli spettacoli prevedono la possibilità di acquistare un Gold Package che comprende: biglietto di primo settore, catering con buffet, visita guidata ai luoghi d’arte legati al progetto Musart. La direzione artistica è affidata a Stefano Senardi. Musart Festival è prodotto da associazione culturale Musart con la collaborazione di Istituto degli Innocenti, Università degli Studi di Firenze e at – autolinee toscane. Main supporter Fondazione CR Firenze. Con il contributo di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze-Estate Fiorentina 2023, Toscana Promozione Turistica e il sostegno di Publiacqua, Chianti Banca, Unicoop Firenze, Sammontana, Prinz, Findomestic e Ruffino. Media partner Destination Florence.

Per maggiori informazioni: www.musartfestival.it