Città di Firenze
Home > Webzine > Amici della Musica di Firenze: Andrea Bacchetti, Paul Lewis, Anna Prohaska e Julius Drake
lunedì 22 luglio 2024

Amici della Musica di Firenze: Andrea Bacchetti, Paul Lewis, Anna Prohaska e Julius Drake

24-11-2023

Un lungo viaggio musicale “Da Bach a Piero Chiambretti, 4 secoli di musica in televisione”: è quello che affronterà il pianista genovese Andrea Bacchetti, protagonista al Ridotto del Teatro Comunale Garibaldi di Figline Valdarno venerdì 24 novembre (ore 21.00). L’iniziativa è parte di una serie di concerti che gli Amici della Musica di Firenze organizzano in collaborazione con il Comune di Figline e Incisa Valdarno.

Bacchetti, classe 1977, ha cominciato a suonare a undici anni, diventando presto protagonista di festival internazionali e ospite delle maggiori orchestre ed enti lirici e di tutte le più importanti associazioni concertistiche in Italia e all’estero, tenendo concerti in tutto il mondo. È noto al grande pubblico per le sue numerosissime presenze televisive, in qualità di pianista, in celebri trasmissioni di Maurizio Costanzo e Piero Chiambretti: con quest’ultimo è ultradecennale il sodalizio in vari programmi televisivi. I biglietti per il concerto di Figline hanno il costo di 5 € e sono in vendita nel circuito TicketOne.

Sabato 25 novembre, alle ore 16.00, al Teatro della Pergola, il pianista Paul Lewis torna nella stagione Concertistica degli Amici della Musica con il terzo recital dedicato a Franz Schubert, parte di un ciclo iniziato con successo la scorsa Stagione.

Il programma prevede la Sonata n. 4 in la minore D. 537, la Sonata n. 9 in si maggiore D. 575, la Sonata n. 18 in sol maggiore D. 894.

“Mi sono sempre sentito vicino a Schubert” – ha dichiarato il musicista inglese. “A vent’anni non capivo perché, poi ho realizzato che per me è il più umano di tutti i compositori. La fragilità, la vulnerabilità della sua musica e ciò di cui parla sono sentimenti molto umani. Schubert non si propone di rispondere alle domande, come fa Beethoven. Beethoven è uno che trova soluzioni, mentre Schubert non ne trova quasi mai. Ma in qualche modo, nella sua musica, c’è ancora un senso di speranza”.

Paul Lewis è considerato universalmente uno dei maggiori interpreti del repertorio classico. I suoi recenti cicli dedicati alle Sonate di Beethoven e Schubert, eseguiti in concerto e registrati su disco, sono stati acclamati da pubblico e critica di tutto il mondo. Questa popolarità globale si riflette negli impegni con le maggiori orchestre del mondo, nelle partecipazioni a importanti festival e nella sua presenza in sale da concerto europee e internazionali. La sua vasta e premiatissima discografia per Harmonia Mundi è testimone della profondità dell’interpretazione anche del repertorio romantico, catturata dalle sue incisioni di opere di Schumann, Brahms, Liszt e Musorgskij. È co-direttore artistico del Midsummer Music, un festival di musica da camera che si tiene nel Buckinghamshire e che si dedica con particolare attenzione all’educazione musicale dei giovani.

Domenica 26 novembre, ore 21.00, al Teatro Niccolini,il soprano Anna Prohaska, al debutto in Stagione, si esibirà assieme al pianista Julius Drake. Il titolo del programma è Paradise Lost, un affascinante viaggio che spazia da Ravel a Messiaen, da Stravinskij a Wolf, da Purcell a grandi autori romantici come Schubert, Schumann e Brahms.

La stessa Prohaska lo ha descritto così: “Il programma evoca la storia di Adamo ed Eva raccontata nel Libro della Genesi attraverso il poema epico Paradise Lost di John Milton e tocca i cliché senza tempo che circondano il principio femminile e il peccato originale, la perdita dell’innocenza, fino ai conflitti dell’era moderna, del capitalismo e del cambiamento climatico”.

All’inizio, Eva si risveglia in un mattino nel giardino dell’Eden con composizioni francesi di Ravel, Debussy, Messiaen e Daniel-Lesur. L’Air du Feu (“Canzone del fuoco”) di Ravel, tratta da L’enfant et les sortilèges, richiama l’ambivalenza del principio femminile di riscaldare e bruciare allo stesso tempo, che porta a una serie di canzoni pastorali, allettanti e malvagie di Stravinskij, Wolf, Reimann, Britten, Pfitzner e Brahms, su parole di William Blake e Goethe, tra gli altri.
Le campane di Rachmaninov risuonano nell’anelito di un’anima perduta: Adamo ed Eva sono stati banditi. I loro ricordi e il desiderio per l’ideale perduto del Paradiso durante il loro esodo, nei brani di Purcell, Schubert e Schumann, portano al cinico arrancare della classe operaia nelle Hollywood Songs di Hanns Eisler e alla tragica morte di un bambino in Das irdische Leben (“La vita terrena”) di Mahler.
Con due dei più interessanti compositori americani del XX secolo, George Crumb e Leonard Bernstein, il programma riporta al Medio Oriente – dove si pensa che si trovi il luogo “originale” dell’Eden – con un’antica canzone popolare libanese. 

Anna Prohaska è nata a Vienna da un'illustre famiglia di musicisti. All'età di 17 anni ha debuttato alla Komische Oper in Turn of the Screw di Britten. Da allora, numerosi sono stati i ruoli che ha interpretato. Nel 2006 è stata ingaggiata come membro dell'ensemble permanente della Berlin Staatsoper Unter den Linden sotto la direzione di Daniel Barenboim. Dal 2007 ha collaborato spesso con i Berliner Philharmoniker e vanta la padronanza di un repertorio che spazia dalla musica antica a quella contemporanea. 

Julius Drake è considerato uno dei migliori strumentisti nel suo campo e ha collaborato con i maggiori nomi della musica classica internazionale. Si esibisce regolarmente per Istituzioni e Festival come Aldeburgh, Edimburgo, Monaco di Baviera, Schubertiade, Salisburgo, Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Royal Concertgebouw di Amsterdam, Philharmonie di Berlino. Dal 2009 è direttore artistico del Machynlleth Festival in Galles.

La Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Firenze è realizzata con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione CR Firenze, Fondazione Carlo Marchi, American Friends of Florence Music, Unicoop Firenze.

I biglietti per i concerti della Stagione Concertistica (in questo caso quelli del 25 e 26 novembre) sono in vendita online su Viva Ticket, nei punti vendita del circuito Viva Ticket e presso la biglietteria degli Amici della Musica negli orari di apertura.

Maggiori informazioni su www.amicimusicafirenze.it