Città di Firenze
Home > Webzine > "Un giorno da Psychodonna", Rachele Bastreghi in concerto alla Sala Vanni di Firenze
venerdì 19 luglio 2024

"Un giorno da Psychodonna", Rachele Bastreghi in concerto alla Sala Vanni di Firenze

01-03-2024

Musica e fumetti. Venerdì 1 marzo 2024 alle ore 21.15 arriva alla Sala Vanni di Firenze, in piazza del Carmine 14, Un giorno da Psychodonna, "concerto disegnato" che nasce dalle canzoni di Psychodonna, il primo disco solista di Rachele Bastreghi (Baustelle) e dai disegni di Alessandro Baronciani.

La stagione 2024 del Musicus Concentus di Firenze si arricchisce di un nuovo, inedito, grande evento, che unisce musica e fumetti. Un giorno da Psychodonna è un concerto disegnato che nasce dalle canzoni di Psychodonna, il primo disco solista di Rachele Bastreghi (Baustelle), e dai disegni di Alessandro Baronciani. Dopo il successo dei concerti disegnati con Colapesce e il concerto a fumetti di Quando tutto diventò blu insieme a Corrado Nuccini, Ilariuni dei Gomma e Her Skin, Alessandro Baronciani torna quindi sul palco, stavolta insieme a Rachele Bastreghi e al musicista e produttore Mario Conte. Lo spettacolo, in prima nazionale, immagina un giorno nella vita di una ragazza che ha, finalmente, una "stanza tutta sua", un posto dove rinascere ogni mattina, rivoluzionando e inventando un nuovo Mondo possibile dopo il tramonto. Un concerto mai visto prima, un live intimistico e trascinante per voce, piano ed elettronica dove Rachele Bastreghi e Mario Conte suoneranno dal vivo mentre Alessandro Baronciani disegnerà in diretta. La regia del suono è invece curata da Lorenzo Caperchi. Alla prima nazionale in Sala Vanni a Firenze per iniziativa di Lorenzo Bianchi (Musicus Concentus), che ha dato la spinta iniziale all’ideazione dello spettacolo, seguiranno i live di Milano (5 marzo) e di Roma (9 marzo). Un giorno da Psychodonna è una produzione Gibilterra srl in collaborazione con Musicus Concentus. L'appuntamento rientra nel cartellone di Tradizione in Movimento, la stagione concertistica del Musicus Concentus, realizzata con il contributo di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze e Fondazione CR Firenze.

Musicista, chanteuse e anima femminile dei Baustelle, Rachele Bastreghi è una delle icone più riconosciute e ammalianti della scena pop-rock italiana. Con i Baustelle (insieme a Francesco Bianconi e Claudio Brasini) Rachele ha pubblicato tra il 2000 e il 2023 nove album di studio, una colonna sonora e un disco live. Il suo contributo ai Baustelle si è dimostrato essenziale per l’affermazione della band come uno dei più interessanti esempi di alternative pop italiano. Nel 2015 Rachele ha iniziato una nuova avventura come autrice, offrendo una sua canzone, “Ci rivedremo poi” a Patty Pravo, per l’album Eccomi. La richiesta di partecipazione con un cameo ad una serie tv ha poi dato vita nel 2015 ad un’EP intitolato Marie, una raccolta di canzoni e cover ispirata al suono, alla musica e alle forti personalità artistiche degli anni ’70. Nel 2021 ha pubblicato Psychodonna (Warner Music Italy), il suo primo “vero” album da solista prodotto da Mario Conte (Colapesce, Meg). Il titolo esprime la personalità sfaccettata e apparentemente contrastante della cantautrice, messa in musica in una raccolta di canzoni che mescolano sonorità anni ’80 e ’90, elettronica, echi retrò e french pop. Dal 2021 ai concerti di Psychodonna si affianca nell’attività live di Rachele la collaborazione con il disegnatore Alessandro Baronciani, prima per lo spettacolo Quando tutto diventò blu e a seguire per il singolo/video di “Storia”, il brano apripista contenuto nel nuovo progetto di Baronciani, RagazzaCD.

Alessandro Baronciani è fumettista, illustratore, art director, grafico e musicista. Nato a Pesaro ma milanese d’adozione. Ha pubblicato Una storia a fumetti (Black Velvet), raccolta delle sue prime autoproduzioni scritte e spedite per posta, e poi Quando tutto diventò blu e Le ragazze nello studio di Munari, entrambi ristampati da BAO Publishing in edizione “rimasterizzata”. La collaborazione con la Casa editrice milanese nasce nel 2013 con la pubblicazione di Raccolta – 1992/2012 e continua nel 2015 con La distanza, romanzo grafico scritto insieme a Colapesce e che ha ottenuto ottimo riscontro di pubblico e critica.
Nel 2016 pubblica Come svanire completamente, un libro sperimentale con oltre quaranta storie a fumetti sparse e racchiuse in una scatola nato attraverso una raccolta fondi online. La collaborazione con BAO Publishing continua: il 2017 è l’anno della riedizione di Le ragazze nello studio di Munari, mentre il 2018 vede la pubblicazione del romanzo grafico a tinte noir Negativa. Nel 2020 viene ristampato uno dei suoi classici più amati, Quando tutto diventò blu, mentre nel 2022 è la volta del suo progetto autoprodotto indipendente RagazzaCD, realizzato con la collaborazione di Rachele Bastreghi.

Mario Conte, napoletano, produttore, musicista e sound designer, vive e lavora a Milano. Numerose le collaborazioni in studio e live con artisti italiani ed internazionali tra i quali, Miriam Makeba, Ru Paul, Alfio Antico, Davide Livermore, Peppe Barra, Rachele Bastreghi, Meg, Colapesce, Filippo Timi, Loredana Bertè e con importanti istituzioni, fondazioni ed agenzie creative nel campo del sound art, adv e film scoring. Dal 2022 collabora con il regista Davide Livermore come compositore, sound designer e direttore del suono (Lady Macbeth, Agamennone di Eschilo, Maria Stuarda). Del 2023 la composizione delle musiche per la commedia ‘As You Like It’ diretta da Roberta Torre e prodotta dal Teatro Nazionale di Genova. È attualmente in tour con la piece teatrale Scopate Sentimentali, con Filippo Timi e Rodrigo D’Erasmo. È co-fondatore della galleria indipendente milanese Gigantic e del duo di instant-composing Mizookstra.

Per maggiori informazioni: www.musicusconcentus.com