Home > Webzine > ''Kohlhass'': Giustizia e ingiustizia da von Kleist al '68
mercoledì 20 novembre 2019

''Kohlhass'': Giustizia e ingiustizia da von Kleist al '68

26-02-2008
Due uomini ed una generazione che si confronta con la stagione del '68 ritrovano nel Michael Kohlhaas di Heinrich von Kleist domande senza risposta. Va in scena martedì 26 e mercoledì 27 febbraio al Teatro Everest di Firenze "Kohlhaas", un testo scritto da Remo Rostagno e Marco Baliani tratto da “Michael Kohlhaas” di Heinrich von Kleist, ed interpretato dallo stesso Baliani. "Le domande senza risposta che solleva la storia di Kohlhas - cos’è la giustizia, quella umana e quella divina, e come può l’individuo ricomporre l’ingiustizia - fanno parte profondamente dei percorsi della mia generazione quella segnata dal numero di riconoscimento del ‘68" dice Baliani. Fantasia, libertà, immaginazione sono quindi gli ingredienti della parabola di un uomo che conosce la giustizia solo nel momento in cui viene giustiziato e che ha come antagonista un principe che è pronto ad umiliarsi per possedere il potere. Una lezione di vita impartita da pochi gesti. Per ironia della sorte il cerchio troverà la perfezione soltanto sul finale, nel cappio a cui verrà impiccato Kohlhaas: la morte non fa del protagonista un vinto, ma un eroe che ha capito che non è il rosso del fuoco e del sangue che riscatta la giustizia, quanto stabilire un’armonia interna.