Home > Webzine > Superhuman performance
giovedì 14 novembre 2019

Superhuman performance

05-08-2008
Capi d'abbigliamento, divise, tenute sportive e accessori: 80 indumenti per raccontare l'evoluzione dell'abbigliamento sportivo nelle principali discipline agonistiche. E' quanto propone 'Superhuman performance', la mostra ospitata nei locali del Museo del Tessuto di Prato fino al 30 novembre. Nella prima sezione viene proposto un confronto ideale tra passato e presente. Gli indumenti di Celina Seghi, Gustavo Thoeni e Alberto Tomba ma anche la maglia gialla di Gino Bartali al tour de France del 1948 a quella iridata di Paolo Bettini, campione del mondo nel 2006 e nel 2007. La seconda sezione offre invece una vetrina su fibre e tessuti altamente tecnologici per l'abbigliamento sportivo. Tra questi, le speciali maglie da rugby ionizzate che, arricchendo in ossigeno il flusso del sangue, riducono la produzione di acido lattico e consentono migliori performance e recuperi più rapidi dalla fatica.