Home > Webzine > Leggere per... Un altro Seicento Vampiri, mummie, follia e profezia
martedì 07 luglio 2020

Leggere per... Un altro Seicento Vampiri, mummie, follia e profezia

15-02-2012
Mercoledì 15 febbraio 2012 c'è la presentazione di "Un altro Seicento Vampiri, mummie, follia e profezia nel secolo della Rivoluzione scientifica" di Paolo Lombardi (Le lettere, 2011) per il ciclo d’incontri "Leggere per non dimenticare" a cura di Anna Benedetti alla Biblioteca delle Oblate, in Via dell’ Oriuolo 26, alle ore 17.30. Introduce: Germana Ernst.
Il diciassettesimo secolo fu un secolo complesso, tortuoso e labirintico. Ansie sperimentali si univano a speculazioni sull’azione magica della natura; forme di scetticismo assai spinto convivevano con la fiducia nelle possibilità di una rivelazione profetica sovrannaturale. Un rigoroso meccanicismo strinse talora alleanza con temi ermetici e alchemici.
Le Sibille, antiche indovine pagane che attinsero il rango dei profeti biblici del Vecchio e del Nuovo Testamento per essere alla fine obliterate e dimenticate; gli strani vampiri, che a fine Seicento comparvero masticando nelle proprie tombe tutto ciò che potevano, e che ebbero un posto di assoluto rilievo nel dibattito filosofico per scomparire altrettanto rapidamente nel breve volgere di una stagione; l’avvio degli esperimenti sulla trasfusione di sangue, e dei temi miticoreligiosi che li seguirono, generando l’idea della possibile contaminazione tra le specie; i medici famosi e i pazienti colti che, in pieno Seicento, ritenevano affatto normale l'ingestione di pezzi di mummie antiche quale forma reale e persino miracolosa di terapia medica; infine la storia dello scrittore Grimmelshausen, che attraversò l'intera Guerra dei Trent'anni descrivendo in una serie di romanzi una straordinaria visione cosmica ammantata di follia. Attraverso queste cinque storie, nell’ esperienza concreta di personaggi anziché in un’ analisi astratta, si dipana la complessità di uno sfondo storico che nel Seicento dette vita a quell’ evento eccezionale chiamato Rivoluzione scientifica.
Info: www.leggerepernondimenticare.it